-1.6 C
Venezia
mercoledì 27 Gennaio 2021

Medico di Venezia che ha combattuto il virus non è già più un “angelo”. Così apostrofato: “Chissà che morì tutti co el virus”

Home Ospedali Medico di Venezia che ha combattuto il virus non è già più un "angelo". Così apostrofato: "Chissà che morì tutti co el virus"
sponsor

Medico di Venezia che ha combattuto il virus non è già più un "angelo". Così apostrofato: "Chissà che morì tutti co el virus"

sponsor

Lui è un medico di Venezia. Uno di quelli che ha combattuto in prima linea contro il Covid in ogni situazione, anche quando, nelle fasi iniziali, non si capiva nulla e pareva che il virus uccidesse chiunque incontrava sulla sua strada.

commercial

Ha lavorato tutti i giorni senza mai tirarsi indietro, soltanto isolandosi dalla sua famiglia per diversi giorni. Lo ha fatto con lo spirito di chi ha scelto questa missione, che non è un “lavoro”. Con lo spirito di fare tutto il possibile per gli ammalati senza pensare di doversi aspettare qualcosa per questo.

Li hanno chiamati angeli, medici e infermieri, supereroi ecc, ma lui non ci ha mai creduto alle etichette, non ci ha dato peso, ha sempre e solo fatto il massimo secondo la sua coscienza.

Il fatto, che definire spiacevole è poco, è avvenuto qualche giorno fa all’approdo di Piazzale Roma.

Dopo le prime problematiche sorte a causa dei trasporti contingentati, Actv ha predisposto una navetta “Piazzale Roma – Ospedale Civile di Venezia”. Fortunatamente, sarebbe opportuno dire, proprio perché grazie a questa iniziativa i sanitari hanno potuto prendere servizio agli orari previsti durante i giorni “caldi”.

Una mattina di qualche giorno fa, con il mezzo di Piazzale Roma che imbarcava già i passeggeri con destinazione ospedale, si sono sentite due voci gridare “Speta!” , “Un attimo…”.

I due passeggeri ultimi arrivati in “divisa da lavoro” erano verosimilmente muratori o operai. Locali, tanto per non ingenerare equivoci.

Arrivati davanti al barcarizzo hanno più volte insistito per salire mentre il marinaio Actv spiegava loro che non era possibile prendere quel mezzo perché si trattava di una corsa “riservata” per i dipendenti ospedalieri.

Il nostro medico, vicino al barcarizzo, mentre il mezzo cominciava a muoversi e nei due era salita la collera per essere lasciati a terra, ha provato a spiegare meglio con la consueta gentilezza: “Questa è una navetta che va solo all’ospedale, è per i lavoratori dell’ospedale…”. Ottenendo come risposta un beffardo e violento: “Chissà che morì tutti co el virus…”.

Tralasciando la natura tremenda e inqualificabile della reazione e dell’improperio, quello che fa più male è la constatazione dell’amico dottore. “Hai visto? Siamo passati in pochi giorni da angeli a persone da maledire. Hai capito adesso perché io penso solo a lavorare e non mi interesso delle etichette…”.

“Certo non tutte le reazioni sono uguali, ma un po’ è nella natura dell’uomo. Le valutazioni cambiano a seconda delle circostanze. Come credi reagirà uno di quelli che ci ha chiamato ‘angeli’ o ‘supereroi’ appena – mettiamo – un collega in pronto soccorso farà una diagnosi che non è ‘gradita’?”

“Negli anni la nostra categoria ha perso sempre più prestigio. Ora la gente si informa in internet e ti corregge. Molto spesso pensa alla denuncia ancora prima che tu abbia finito di parlare. Non vi è più fiducia nella sanità pubblica e, a livello ‘sociale’, non vi è più alcun rispetto o riguardo per il medico…”.

Parole che ci ha pronunciato non con amarezza ma piuttosto con rassegnazione già accettata e metabolizzata che ci ha provocato profonda tristezza.

Per lui, la frase: “Chissà che morì tutti per el virus…” non è più di tanto sconvolgente come lo è per me, ma piuttosto un qualcosa che ci si può o ci si deve aspettare di questi tempi in questa società.


(foto da archivio)

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

Altro bambino di 9 anni muore con la corda al collo. Social, sfida, gioco: qual è la matrice di questa follia?

Un altro bambino, questa volta di 9 anni, è morto impiccato in casa. Espressione dura che descrive tutta la crudezza di questa follia che...
commercial

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...
sponsor

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...

Il virus si fa ancora sentire: +14 terapie intensive. Esperto: un altro stop sarebbe meglio

Andamento Covid oggi: il virus si fa ancora sentire. +11.629 casi e 299 i morti in 24 ore. +14 i ricoveri nelle terapie intensive. Gli...

Zuppa conservata male origina botulino: 40enne in rianimazione

Un uomo di 40 anni ha mangiato una zuppa scongelata ed è finito all'ospedale per intossicazione da botulino. L'incidente, che non ha responsabili se...
commercial

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Ancora Legge n. 104. Cosa posso fare e non posso fare durante i giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap. Quali...

Piazza Ferretto: sfonda vetrina con un tombino per rubare bottiglie esposte

Una pattuglia del Reggimento Lagunari Serenissima, impegnata nel servizio Strade Sicure, ha bloccato ieri sera un uomo che dopo aver sfondato la vetrina di...

ZENO di Lorella Del Gesso [concorso letterario]

Il mio nome è Zeno, la mia età cinque anni. Vivo con Eleonora, che è la mia mamma, e Alan, il suo compagno, con cui...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.