COMMENTA QUESTO FATTO
 

Riunione con il governo: Mamme no Pfas, il viaggio continua

Noi Mamme No Pfas, unitamente agli altri movimenti No PFAS, abbiamo deciso di effettuare un presidio giorno e notte davanti alla Procura di Vicenza.

Da venerdì 24 a martedì 28 Agosto 2018 saremo nel piazzale all’ingresso della Procura per manifestare il nostro sostegno alle indagini, ma anche e soprattutto per chiedere a gran voce che la decisione di chiudere l’azienda Miteni venga finalmente presa, senza indugi e senza paura.

Le Istituzioni hanno, a volte, bisogno di una scossa. Comune di Trissino, Provincia di Vicenza, Regione Veneto e Governo, sono gli attori principali in questa vicenda di disastro ambientale, che ha avuto e avrà conseguenze devastanti nel lungo periodo sulla salute dei cittadini coinvolti e sul territorio.

Gli Enti preposti ad occuparsi di Sanità, Ambiente e Giustizia possono e devono agire subito!

Chiediamo le dimissioni di tutti i Responsabili che nulla hanno fatto per bloccare questa colossale e vergognosa vicenda e che fino ad oggi non hanno voluto vedere e sentire, autorizzando Miteni a contaminare acqua, aria, territorio e persone, ignorando completamente il Principio di Precauzione, senza attuare efficaci controlli sull’ambiente, sui dipendenti dell’azienda e su tutta la popolazione coinvolta.

Non c’è più tempo !

Chiediamo la condanna dell’azienda, la bonifica del sito ed il risarcimento dei danni provocati, poiché non sia, ancora una volta, la collettività tutta costretta a pagare il prezzo di chi non ha platealmente fatto il proprio dovere.

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

Mamme NoPfas
genitori attivi – area contaminata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here