mercoledì 26 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Maltempo, fase pre-allarme: vento forte e nevicate nelle prossime ore

HomeMaltempoMaltempo, fase pre-allarme: vento forte e nevicate nelle prossime ore

Maltempo, fase pre-allarme in Veneto: vento forte e nevicate nelle prossime ore, rischio valanghe.
Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile, alla luce delle previsioni meteo, ha decretato la fase operativa di “attenzione” per vento forte su tutta la Regione da riconfigurare, a livello locale, in fase operativa di pre-allarme o allarme a seconda dell’intensità del vento, dalla mezzanotte di oggi fino alla mezzanotte di domani.
Il bollettino meteorologico regionale prevede “venti meridionali in intensificazione fino a forti sulla costa e pianura limitrofa, in alta quota e sulle dorsali prealpine, a tratti anche molto forti nelle ore centrali sul mare fino in prossimità della costa, moderati/tesi da nord-est sulla pianura interna; venti in

attenuazione dal pomeriggio/sera nei bassi strati e in rotazione dai quadranti occidentali”.
La segnalazione meteo emessa oggi dal Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto prevede “tra la tarda serata/notte di domenica 27 dicembre 2020 e la sera di lunedì 28 dicembre 2020 episodio perturbato con precipitazioni diffuse, consistenti su zone centro-settentrionali, inizialmente nevose fino a quote pianeggianti con possibili accumuli consistenti oltre i 700-1000 m ma significativi anche a quote più basse, fino a gran parte dell’alta pianura al mattino di lunedì”.
È stato dichiarato lo stato di attenzione per Nevicate da riconfigurare, a livello locale, a

seconda dell’intensità dei fenomeni, dalla mezzanotte di oggi alla mezzanotte di domani per Pianura, zone collinari e Bellunese Meridionale.
Infine, è stato emesso un avviso di criticità valanghe che indica la fase di attenzione per rischio valanghe, valido a partire dalle 10 di domani, per la zona antropizzata MONT-1.
Per lunedì 28 dicembre è prevista neve con apporti anche superiori ai 30 cm sia in MONT-1 che in MONT-2. Il pericolo di valanghe è previsto marcato su tutto il territorio montano regionale. In MONT-1 potranno verificarsi valanghe con interessamento della viabilità

dei passi dolomitici.
A VENEZIA
A Venezia possibili gelate notturne: da stasera, 26 dicembre 2020, i mezzi spargisale entreranno in azione.
La Centrale operativa della polizia locale e la Protezione civile del Comune di Venezia comunicano che, viste le previsioni di un prossimo abbassamento delle temperature, questa sera, a partire dalle ore 22, entreranno in azione gli spargisale lungo tutti i percorsi carrabili del territorio comunale. “Si comunica inoltre lo stato di preallarme per possibili nevicate a partire dalle ore 20 di domani, domenica 27 dicembre”.

Dalla Centrale operativa della polizia locale e dalla protezione Civile anche la raccomandazione, agli automobilisti di guidare con la massima prudenza.
Nel piano d’informazione “Ocio che nevega” predisposto dal Comune di Venezia, sono indicati alcuni consigli utili sui comportamenti da tenere per evitare rischi e disagi per la neve ed il gelo.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Sciopero Actv di 24 ore lunedì 13 dicembre. I servizi garantiti

AVM/Actv informa che l’organizzazione sindacale CUB Trasporti ha confermato la proclamazione di sciopero di 24 ore per lunedì 13 dicembre. Lo sciopero potrebbe interessare il personale Actv e AVM dei servizi navigazione, automobilistici, tranviari, People Mover, degli uffici AVM (sosta e ztl...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

“Venezia ‘Non è ecologica’, si può tranquillamente morire di smog”. Di Michele De Col (*)

Ancora una volta Venezia viene estromessa da qualunque provvedimento contro lo smog : natanti e navi possono continuare ad inquinare nonostante i valori ambientali siano spesso peggiori della terraferma! Chi tutela la salute di veneziani e ospiti in centro storico? Nessuno !

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...