matteo salvini lega VTNAZ
Matteo Salvini, parlando della decisione del giudice sportivo di far giocare le prossime due partite dei nerazzurri a porte chiuse dopo gli scontri e le violenze del pre-partita di Inter-Napoli nei quali ha perso la vita un ultrà ha asserito che “Chiudere gli stadi e vietare le trasferte è la risposta sbagliata”.

Il ministro degli Interni non ha torto, anzi! Il fenomeno dei tifosi che menano le mani non è liquidabile con uno maggiore sforzo di ordine pubblico. La questione è “altra”, è atavica!

L’uomo, spiega l’antropologia (e conferma l’etologia), è un animale sociale che necessita, se non gratificato, di scaricare frustrazioni, istinti, bisogni repressi e sensi di impotenza. Necessità che, se non soddisfatte, generano rabbia e violenza. Non a caso le società primitive e contemporanee, si erano dotate di efficienti “ammortizzatori sociali” in grado di canalizzare frustrazioni e angosce collettive.

Nell’impero romano con i gladiatori e i cristiani sbranati; in tempi recenti con una certa tolleranza per la prostituzione, le droghe leggere, l’alcool e il gioco d’azzardo. Soluzioni parziali, ma con forti poteri “compensativi”.

ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000

Il calcio, rientra a pieno titolo nel paniere degli sfoghi. Ieri Panem et Circenses, oggi, Stadium et Pila. Grazie Imperatore Salvini!

Gianni Toffali
Verona

ULTIME NOTIZIE PUBBLICATE


Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here