COMMENTA QUESTO FATTO
 

Siamo un gruppo di famiglie condannate a subire le sopraffazioni di un
amministrazione comunale ottusa e prepotente nel voler proseguire a costruire a tutti i costi una strada camionabile di circa due km dal costo iperbolico di 50 milioni di euro.
Questo monumento agli sprechi è voluto solo da una coalizione politica e
calpesta i cittadini e le doverose economie che in questo momento storico
sarebbero necessarie.
Si tratta di una superstrada superata come necessità  dal passante autostradale Dolo – Quarto d’Altino, dichiarata inutilmente di pubblicautilità  visto che nel raggio di 2 km ci sono già  tre direttrici stradali parallele (via Orlanda, via Triestina, nuova via Vallenari).
Nel progetto appare stranamente una dichiarata modifica stradale: da strada camionabile in variante stradale declassata sotto i 35q.
E’ curioso pensare che ANAS regali al comune di Venezia una strada declassata quando di norma deve collegare due statali camionabili.
Questa operazione comunque nasconde una beffa: basta che venga presentato un semplice ricorso al TAR e la strada declassata ritorna camionabile.

Nelle planimetrie progettuali appaiono forti incongruenze: sulla sede
stradale, sui raccordi con via Orlanda, sulle distanze dalle abitazioni, su tronconi di by-pass senza collegamenti, sulla mancanza di corsie ciclabili.
Nei verbali delle tre conferenze servizi sono evidenti notevoli incongruenze, come nella delibera regionale compaiono visibili stravaganze.
Inoltre i proprietari dei terreni, dove stanno piantando i picchetti degli
espropri, vengono taglieggiati nei risarcimenti utilizzando la logica
speculativa delle lottizzazioni di iniziativa privata C2Rs.
Stiamo subendo una violenza urbana terribile che cambierà  le nostre vite per generazioni.

Distinti saluti
Comitato By-pass di Campalto

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here