Nave da crociera Msc Preziosa, piccolo incidente al Porto di Venezia, nessun ferito

ultimo aggiornamento: 06/04/2014 ore 20:14

533

msc preziosa nave da crociera incidente porto venezia

Incidente questa mattina alla Stazione Marittima di Venezia durante l’attracco di una nave da crociera.

Msc Preziosa, una delle navi ammiraglie della flotta Msc, ha urtato uno dei ‘finger’ nella manovra di accostamento rendendolo inagibile.
Nessun pericolo per i passeggeri che attendevano di sbarcare per visitare Venezia.

Msc Preziosa, al momento di toccare la banchina, scortata come sempre da due rimorchiatori, uno davanti e uno dietro, è finita contro uno dei ‘bracci’ mobili attraverso i quali i passeggeri si imbarcano direttamente sul ponte superiore. Non è bastata una rapida contromanovra a evitare l’impatto, che ha distrutto il ‘finger’ e strisciato la prua. La Capitaneria di Porto ha avviato una serie di accertamenti per chiarire l’accaduto.

Msc Crociere ha così diffuso il comunicato ufficiale: “Questa mattina alle ore 8.15 nel porto di Venezia Msc Preziosa durante la manovra di attracco ha urtato leggermente con la fiancata un finger del terminal crociere. Non c’è stato nessun danno né alla nave, né ai passeggeri a bordo”.

“Le autorità competenti, informate tempestivamente dell’accaduto, hanno già dato il via libera per la partenza della nave programmata per oggi alle ore 16.30 – conclude il comunicato della compagnia -. Pertanto MSC Preziosa nel pomeriggio partirà come previsto per la sua prima crociera verso il Mediterraneo orientale e domani farà scalo a Bari”.

Msc Preziosa, in grado di ospitare 4.345 passeggeri in 1.700 cabine, sarà posizionata proprio a Venezia dalla prossima settimana per effettuare ogni sabato gli itinerari di crociera nel Mediterraneo orientale.

Paolo Pradolin

[05/04/2014]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here