giovedì 27 Gennaio 2022
4.4 C
Venezia

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi Actv: ecco come e quando

HomeordinanzaGreen Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi Actv: ecco come e quando

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi di trasporto pubblico locale.
La comunicazione arriva direttamente dall’Azienda che recepisce il DL del governo sul tema.
E dato il rigore della disposizione non è certo il caso di prenderla alla leggera: la sanzione può arrivare a 1.000 euro.
Le verifiche potranno essere effettuate dal personale stesso dell’Azienda.
La data di entrata in vigore è il 6 dicembre.

AVM/Actv informa che, in ottemperanza al DL n. 172 del 26 novembre 2021 – art. 4 comma 1, da lunedì 6 dicembre 2021 e fino a nuove o diverse disposizioni da parte del Governo, viene esteso l’obbligo delle certificazioni verdi COVID-19 (green pass) per l’utilizzo di tutti i mezzi del trasporto pubblico locale, ad eccezione dei passeggeri di età inferiore a dodici anni e dei soggetti esenti dalla campagna vaccinale.

L’obbligo di green pass riguarda tutti i collegamenti urbani (di navigazione, automobilistici, tranviari e il people mover) ed extraurbani erogati da AVM/Actv, senza possibili eccezioni.

Ai sensi dell’articolo 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, ai trasgressori è applicata una sanzione amministrativa da 400 a 1.000 euro, ulteriormente incrementabile a norma di legge.

Verifiche sul possesso del green pass saranno svolte, sotto il coordinamento delle Prefetture e in collaborazione con le Forze dell’Ordine, anche dal personale aziendale o da personale esterno incaricato dall’azienda.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

56 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Il fatto è che quando servirebbe non c’è alcun controllo sui mezzi pubblici. Ieri, Epifania, sul tram da piazzale Roma eravamo tutti appiccicati, non c’era certo il distanziamento, forse perchè nel giorno festivo non valgono le regole e si può tranquillamente diffondere il virus? Le solite italianate: si fanno le regole (giuste) e poi nessuno le fa rispettare (e ce ne sarebbe un lungo elenco…)

  2. Io ho avuto un bambino da due mesi, mi è stato sconsigliato il vaccino durante la gravidanza e inizio allattamento e adesso mi ritrovo che manco posso andare in tram a portare il piccolino a vaccinarsi…. Ho richiesto il vaccino ma chissà quando avrò l’appuntamento. Nel frattempo cosa si fa? Ogni due giorni devo fare un tampone per prendere un tram 10 minuti? Seriamente?

  3. Vaccino obbligatorio! In mancanza, evviva il green pass! A tutela di tutti, soprattutto di chi si è fatto la terza dose x sé e x chi gli sta vicino, ma deve sempre e comunque stare attento a chi crede di avere il diritto di fregarsene di tutto e di tutti. Un sacrificio x la collettività, non fatto a cuor leggero. Come si può pensare di poter vivere come se il covid non esistesse. E chi si è svegliato oggi senza GP… Beh…. Peggio x lui. Si sbrighi ad adeguarsi

  4. Che il Governo è interessato alla nostra salute,ditelo a chi è morto perché davano precedenza ai casi Covid, come sempre chiudono le gabbie quando son scappati i buoi,le ultime settimane c era folla in tutta Venezia ed ora che c è meno e siamo già sotto Natale si danno limitazioni.mascherine ffp2 bei mezzi dovrebbero esser obbligatorie, vuole dire che fin ora le chirurgiche non servivano visto che ora non bastano

  5. Carissimi non vaccinati,non tutte le persone che hanno fatto il vaccino erano d’accordo di farlo ma pur di uscire da questa pandemia l’anno fatto,e per rispetto anche dei più deboli, ci avete fatto ritornare da capo,non capisco minchia tutto sto casino,vi rendete conto che siamo arrivati a vaccinare anche i bambini?dovevate aprire la mente e pensare a loro

  6. Carissimi non vaccinati,non tutte le persone che hanno fatto il vaccino erano d’accordo di farlo ma pur di uscire da questa pandemia l’anno fatto,e per rispetto anche dei più deboli, ci avete fatto ritornare da capo,non capisco minchia tutto sto casino,vi rendete conto che siamo arrivati a vaccinare anche i bambini?dovevate aprire la mente e pensare a loro

  7. Chi controlla cosa? Solo i residenti saranno obbligati ad esibire il lasciapassare, così come sono obbligati ad avere biglietto o abbonamento. I controllori ci vanno giù duro solo con i cittadini quando hanno davanti qualche “gradito ospite” diventano tutti cerimoniosi e se la fanno sotto. Un ulteriore discriminazione nei nostri confronti

  8. All’attenzione del Sindaco Brugnaro:
    consiglio l’obbligo della mascherina in particolare nella zona della Stazione di S.Lucia,ponte degli Scalzi ,Lista di Spagna ,ponte delle Guglie ,Rio Tera’ San Leonardo .Noi residenti facciamo questo appello di usare la mascherina in questi tratti della viabilità,perché non solo il fine settimana ma tutta la settimana circola troppa gente ed è impossibile non trovarci ad una distanza minima l’uno dall’altro.

  9. Green pass ovunque e mascherine obbligatorie in tutta la città di Venezia ,non solo in alcune zone ! Controlli in tutti i trasporti e misurazione di temperatura nei posti chiusi e blocco totale al fine settimana per tutti .

  10. Allora, per prendere un mezzo pubblico se non sei vaccinato devi fare il tampone che lo stato, al Lido, praticamente non ti da modo di fare in quanto al monoblocco ci sono pochissimi posti al giorno e quindi devi sperare di trovare posto in farmacia. Quindi la prossima settimana devo andare a fare il tampone a Venezia, per farlo devo prendere un mezzo pubblico dove per salire devo avere il green pass che mi è dato dal tampone che devo andare a fare…… È follia allo stato puro, non rendersi conto della particolarità di questa città….. Tra l’altro, mi chiedo, ma gli animali devono avere il green pass? Perché ogni volta che salgo in autobus mi sembra di essere dentro un carro bestiame da come siamo stipati…… ah già, ma quelli non sono assembramenti, come quelli negli stadi….. quelle sono cose che vanno bene! Che squallore….

  11. Si tratta dell’ennesimo grave abuso. Gli abitanti di Venezia sono più penalizzati rispetto agli abitanti del resto della penisola. Il Comune deve provvedere affinché in qualche modo i cittadini residenti possano circolare almeno sul proprio territorio.

  12. Sig. Sindaco Brugnaro vorrei sapere se le ambulanze sono un servizio pubblico o privato. Cosa intende fare per i nostri cittadini che abitano le nostre isole, la nostra città lo dovrebbe sapere, è costruita sull’acqua e per muoversi esistono solo i mezzi pubblici e non abbiamo mezzi privati, come le macchine in terraferma, e per i cittadini Anziani che adoperano i mezzi pubblici per la vita quotidiana o per andare all’ospedale come pensa di risolvere questo problema, le ricordo che lei è responsabile sia della sicurezza sia della salute pubblica.
    Noi che hanno pagato le tasse nazionali regionali e comunali per avere i servizi pubblici, che ora per legge non potremmo usare fino a quando? pensate di rimborsarci per il periodo che non potremmo usufruire di quello che per decenni abbiamo pagato e continuiamo ha pagare?
    Come pensa di risolvere il problema sanitario di chi deve per la diagnosi per le cure che a Venezia non si possono fare per il continuo declassamento del SS. Giovanni e Paolo, quindi siamo costretti a rivolgerci a Mestre? Come ci arriviamo? Oppure siamo cittadini di serie B che hanno perso per legge ogni diritto civile? Rispettosamente un cittadino estremamente preoccupato.

  13. Corse di autobus tram vaporetti dedicate ai no vax no green pass come per residenti e turisti…….voglio vedere come faranno i controlli al mattino e nelle ore di punta o quando alla fermata della fincantieri salgono in media 50/60 EXTRACOM di tutte le razze……. tra l’altro tutti abbonati.Vergognatevi!!!! Svegliamoci e facciamo valere i nostri diritti vorrei vedere se il ponte venisse bloccato dove si metterebbero il green e il super pass.

  14. A questo punto, tutti i cittadini, dovrebbero rifiutarsi di esibire il green pass! Non pagare gli abbonamenti od i biglietti! Se, io, rinchiudo qualcuno e gli impedisco di uscire, mi denunciano x rapimento! E, questo, che cos’è? Una persona, a cui è tolta la libertà di muoversi liberamente, che cos’è? È RAPIMENTO! Allora, si deve denunciare il sindaco, il presidente della Regione e lo stato (Draghi e Speranza) x averci impedito la nostra libertà di movimento!a, tutti insieme! Ora, ci hanno schedato come i delinquenti! E, penso e spero, che ci svegliamo da questo torpore! O, qui, finisce male! Molto male!

  15. Buongiorno, non so voi (GreenPassati e non).. Ma io mi sento come un prigioniero abitando su un’isola non collegata da ponti.
    Che peccato che nessun nostro politico locale non abbia descritto la situazione della nostra bellissima Venezia e delle difficoltà che promuove quotidianamente negli spostamenti al Governo, magari cercando di mantenere la mobilità indiscriminatamente.
    Chi non ha la barca, il GreenPass o é esentato per motivi X, vive momenti ancora più difficili ora. Mi chiedo spesso ultimamente se questo è ancora un mondo che tiene conto delle magnifiche diversità o un semplice contenitore a matrice.
    “Andrà tutto bene” anche quando andrà tutto bene?

  16. FATEVI RIMBORSARE GLI ABBONAMENTIIIIIIII, VEDRETE COME TORNANO SUBITO INDIETRO, SE TUTTI COLORO CHE NON VOGLIONO ESIBIRE IL GREEN PASS (GIUSTISSIMO TRA LALTRO) CHIEDONO IL RIMBORSO VANNO IN BANCAROTTA… SVEGLIA POPOLOOOOO IL POTERE SIANO NOOOOOIIIII NON QEI PAGLIACCI LA

  17. Io sono vaccinato, ma chi ha legittimamente scelto di non vaccinarsi e vive su un isola come fa? Cioè, per capire, per il trasporto pubblico locale, basta il tampone negativo (a pagamento) o la guarigione, ok, ma mi sembra assurdo.e discriminatorio, poi, già che ci siamo, perché non mettiamo il g.p. sull’imob e sui biglietti dei foresti quando si emettono e li rendiamo nominali? No, così per capire, magari si migliora anche il servizio; richiedeva troppa intelligenza per essere pensata da actv?

  18. Certo le precauzioni vanno mantenute, ma siamo arrivati alla dittatura silenziosa, a un pensiero unico che si insinua nella mente dei più (il gregge, appunto) che credono a tutto quello che gli viene propinato.
    Fino a ieri i nostri battelli sono stati pieni di turisti, stipatissimi e fuori controllo. Da lunedì invece che abita in isole come la Giudecca o il Lido o deve raggiungerle non potrà farlo se non con la schedatura. Scommettiamo che anche quando la pandemia sarà finita continueranno a schedarci?

  19. Magari prima,il governo doveva renderlo obbligatorio ,e visto che i nostri politici sono incapaci di prendere questa decisione spero .l’ho faccia L’unione europea, politici che si contendono una manciata di voti per le prossime elezioni .

  20. L’amministrazione veneziana in questo modo non fa che replicare quella che è la follia governativa. Il paese è un pessimo esempio altro che i migliori. Un popolo ridotto in schiavitù, cittadini trattati da minus habens. Dopo aver ridotto all’ignoranza le masse e averle inebetite in vari modi, ora le possibilità di manovra sono maggiori. E gli italiani accettano tutto

  21. Sono vaccinata, non che ciò mi faccia sentire più sicura, ma il green pass a Venezia isole comprese è vergognoso!!! Non si tiene assolutamente in considerazione delle difficolta che ha questa citta!!!

  22. Andava bene però la settimana scorsa quando mio nipote positivo al covid è stato fatto allontanare da scuola per far ritorno a casa a bordo dei mezzi actv, li andava bene si poteva ora invece devi avere sto cazzo di foglio verde che io non esibiro’ mai a nessun controllo

  23. Allo stato non frega un gran che dei problemi delle persone …a loro interessa solo che ti vaccini e punto . E sono disposti pure a manganellarti se manifesti ,toglierti il lavoro ,chiuderti l attività e in ultima istanza rinchiuderti in galera se nn lo fai …certo questo e per il tuo benessere ( sai c e il convida19 ) .

  24. Ma le persone che abitano nelle varie isole della Giudecca, Murano, Burano, lido, ecc…come possono raggiungere l’ospedale, il centro vacinale, la scuola dell’obbligo, il proprio posto di lavoro, ecc…se ora i tamponi li fanno solo negli ospedali, e solo alle persone con sintomi COVID? Come possono andare a fare il vaccino se non possono salire in battello neanche per fare un traghetto???
    Probabilmente lo stato non ha pensato che Venezia è una città a se, e che le persone non hanno ancora il dono di camminare sulle acque. A questo punto ACTV dovrebbe rimborsare l’abbonamento a tutti coloro che non potranno usufruire del loro servizio.

    • Basta il tampone (a pagamento) o la guarigione.
      Comunque è na vergogna, a questo punto, visto che non passano le grandi navi, facessero il ponte tra Zattere e Giudecca che, dopotutto, sono sempre lo stesso sestiere…

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Pensioni: cosa vuol dire Quota 102

Pensioni: sembra segnata la strada, e va verso Quota 102. Ma che cos'è "Quota 102" che va a interessare una platea di 50mila persone in 2 anni? Quota 102 (che arriverebbe al posto di Quota 100 che si esaurisce il 31 dicembre) dall'anno...

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

“La Venezia svenduta: uno, dieci, cento bar, bnb, uno attaccato all’altro…”. Lettere

In risposta alla lettera: “Non è che chi va fuori non ami più Venezia, è lei che non c’è più”. Rispondo alla Veneziana Doc. Non sono il Frank che ha risposto a Luca. Però devo dirti che hai ragione. Ho 75 anni...

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott.ssa è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.