Giuseppe Giacobazzi al Teatro Corso di Mestre, dalla piadina ad essere genitore

ultimo aggiornamento: 22/10/2015 ore 19:10

179

giuseppe giacobazzi LARGE

Venerdì 27 febbraio, arriva a Mestre Giacobazzi (l’artista di Zelig con una basetta sola) e sarà un momento, esilarante come sempre, in cui il comico apre il proprio cassetto dei ricordi, dai vizi e virtù dell’italiano medio a sorprendenti confessioni private.

Per Giacobazzi sono 20 anni di carriera, tra teatro, radio e televisione, condensate in due ore di spettacolo, zeppe di risate, riflessioni, confessioni. E il cassetto dei ricordi che si apre per svelare segreti e storie sorprendenti.


Di tutti i comici televisivi – tra i più amati di Zelig – è quello che tra i meglio è riuscito a trasporre in modo naturale la sua simpatia e la sua semplicità in spettacoli teatrali.
Questo spettacolo è un punto del suo percorso che prevede anche il suo privato: non un racconto retrospettivo, ma una lucida analisi su quello che è stato, su quello che è e su quello che forse sarà, passando dai ricordi fanciulleschi delle vacanze al viagra, da un passato trascorso lavorando nella moda fino alla nuova realtà di genitore.

Vizi e virtù di un italiano medio e del suo rapporto con la società raccontate senza fronzoli, con quella mimica e quell’umorismo unici e diretti che hanno reso celebre Giuseppe Giacobazzi, lasciando però sempre un piccolo spazio aperto alla poesia, spesso ignorata nella vita di tutti i giorni.

Lo spettacolo è parte del cartellone di TEATRO IN CORSO 2014-2015, il progetto curato da Ad Arte e Dal Vivo S.r.l.


Biglietti: platea € 30,00; 1ª galleria € 25,00; 2ª galleria € 20,00

GIUSEPPE GIACOBAZZI
“Un po’ di me” – venerdì 27 febbraio (ore 21.15) al Teatro Corso di Mestre

Paolo Pradolin

23/02/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here