Gabbiani ostili a Venezia, sempre di più

ultimo aggiornamento: 08/07/2015 ore 08:51

128

Gabbiani ostili a Venezia, sempre di più

Venezia presa di mira dai gabbiani. L’ultimo episodio in cimitero, dove negli ultimi giorni si sono dimostrati particolarmente ostili.
Nonostante siano state distrutte più di 700 uova, più di un centinaio di nidi, e siano stati usati falchi e laser per allontanarli, la colonia dei gabbiani cresce e le persone sono sempre più impaurite dagli attacchi dei volatili.

I piccoli hanno lasciato il nido e i genitori iperprotettivi sono più aggressivi, accade in città, ma anche nel cimitero di San Michele, dove per lo più si recano gli anziani e qualche turista.
Nelle ultime settimane la convivenza tra esseri umani e questi volatili è difficile. I gabbiani attaccano le persone volando vicino, gridando e beccando. Nemmeno i tre falchi utilizzati da Veritas hanno potuto fare qualcosa e nel compiere il loro “lavoro” sono anche stati loro stessi vittime dei gabbiani.
Veritas ha pure dotato i dipendenti del cimitero di puntatori laser, per disturbare gli animali, ma invano.


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here