COMMENTA QUESTO FATTO
 

Furto gioielli a Palazzo Ducale, diffuse foto e video

Furto gioielli Venezia: arrestato è evaso in Croazia. Era componente banda, fugge mentre era in attesa interrogatorio ma viene ripreso dopo poche ore in Serbia.

Il cittadino serbo arrestato in Croazia perché ritenuto responsabile, insieme ad altri quattro complici, del furto di gioielli esposti un anno fa nella mostra “I tesori del Maharaja” di Palazzo Ducale a Venezia è evaso mentre stava attendendo di essere interrogato dal giudice.

L’uomo, secondo quanto riferito in ambienti della Procura lagunare, è ancora in fuga.

D.M., 54 anni, come riporta La Nuova Venezia, è uscito dalla finestra del bagno prima di essere sentito dal giudice che doveva contestargli le accuse dei magistrati e della Polizia italiani.

Il cittadino serbo in fuga, che figura tra i cinque banditi arrestati in Croazia giovedì scorso per il clamoroso furto di gioielli nel Palazzo Ducale a Venezia, poi fuggito durante l’interrogatorio da parte della polizia croata, è stato arrestato poco dopo la fuga, in Serbia.

Secondo il sito della polizia locale di Vukovar, nell’est della Croazia, giovedi’ scorso il serbo, di cui, secondo le leggi croate, la polizia non ha svelato l’identità, è stato arrestato al valico di confine in Serbia, poco dopo la fuga dalla questura croata.

Tra gli arrestati per il furto, la stampa serba fa il nome di Goran Petrovic, mentre un secondo cittadino serbo, Dragan Mladenovic, sarebbe ancora latitante.

Gli inquirenti sospettano che, qualora i gioielli non siano stati già venduti sul mercato nero, potrebbero essere in possesso proprio di Mladenovic.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here