Fine del Ramadan, Comune concede spazi per preghiera collettiva ma chiede di non fare troppo rumore

ultimo aggiornamento: 16/07/2015 ore 08:54

127

fine del ramadam comune venezia cede spazi per preghiera

La Direzione Commercio e Attività produttive del Comune di Venezia ha reso noto che sono pervenute da parte di tre Comunità musulmane richieste di occupazione di spazi pubblici per la preghiera collettiva della festa di “Eid El Fitir”, dopo l’annuncio di fine del Ramadan.

Alle comunità sono state concesse, per l’occasione, la Palestra Edison e alcune aree all’interno del Parco Catene e di Forte Marghera, nel quadro di alcune condizioni e precise prescrizioni.


La Direzione specifica, inoltre, che una delle richieste, quella della comunità cingalese, proponeva di avere a disposizione per la preghiera alcuni spazi in via Costa a Mestre. Non essendo questi disponibili, l’Amministrazione ha messo a disposizione, in alternativa, alcune aree a Forte Marghera, ma dopo un’accettazione provvisoria, la comunità ha poi deciso di declinare la proposta.

Nell’atto di concessione provvisoria, si evidenzia che gli organizzatori dovranno adottare idonee garanzie per la salvaguardia della pubblica incolumità e del rispetto del decoro e dei limiti per il rumore; tutelare la vegetazione presente nell’area dei parchi; sospendere la manifestazione in caso di avverse condizioni meteorologiche; garantire il transito pedonale e l’accessibilità ai mezzi di soccorso; e pulire l’area a conclusione della cerimonia.

Monica Manin


16/07/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here