Espulso marocchino violento: aveva sfasciato un ufficio postale e continuava a fare reati

ultimo aggiornamento: 15/02/2020 ore 17:29

358

Marocchino violento nel Padovano, ritirata carta soggiorno. In partenza per il cpr di Roma, revocato anche il Reddito di cittadinanza.

Espulso marocchino violento: aveva sfasciato un ufficio postale

Termina qui la ‘carriera’ italiana di Abdelouhaed Atourabi.
Allo straniero è stata ritirata la carta di soggiorno ed ora il cittadino marocchino di 39 anni sarà espulso dopo che nelle ultime settimane si era reso protagonista di varie aggressioni e danneggiamenti nella cittadina padovana di Piove di Sacco.

L’uomo è in questi momenti in partenza per il Centro per il rimpatrio di Roma.

A darne segnalazione il sottosegretario agli Interni Achille Variati: “Dopo la segnalazione del sindaco di Piove di Sacco – comunica in una nota – mi sono personalmente impegnato per fare in modo che lo straniero, dimostratosi aggressivo, violento e pericoloso, fosse al più presto espulso dal territorio nazionale. Sentito il Gip la Questura ha revocato la carta di soggiorno e questa mattina allo straniero è stato notificato il provvedimento”.

“Lo straniero verrà portato al Cpr di Ponte Galeria a Roma; durante il trattenimento verranno acquisiti i nullaosta dalle autorità giudiziarie dei procedimenti penali in corso e quindi verrà espulso. – ha proseguito Variati – La linea dell’accoglienza non deve mai essere disgiunta da quella della fermezza”.

Atourabi aveva dapprima picchiato una guardia di un centro commerciale, poi ha sfasciato l’ufficio postale che non gli erogava il reddito di cittadinanza al quale aveva avuto accesso fino al mese precedente, poi ha occupato un’abitazione e infine ha ferito una commessa di un supermercato.

Sul fronte del reddito è stata la Guardia di Finanza a interrompere l’erogazione: da aprile 2019 lo straniero ha indebitamente percepito 496,58 euro mensili per complessivi 4.469,22, che ora dovrà restituire, visto che per ottenerli avrebbe dichiarato un falso domicilio.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here