martedì 18 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Espulso marocchino violento: aveva sfasciato un ufficio postale e continuava a fare reati

HomeStranieri violentiEspulso marocchino violento: aveva sfasciato un ufficio postale e continuava a fare reati

Marocchino violento nel Padovano, ritirata carta soggiorno. In partenza per il cpr di Roma, revocato anche il Reddito di cittadinanza.

Espulso marocchino violento: aveva sfasciato un ufficio postale

Termina qui la ‘carriera’ italiana di Abdelouhaed Atourabi.
Allo straniero è stata ritirata la carta di soggiorno ed ora il cittadino marocchino di 39 anni sarà espulso dopo che nelle ultime settimane si era reso protagonista di varie aggressioni e danneggiamenti nella cittadina padovana di Piove di Sacco.

L’uomo è in questi momenti in partenza per il Centro per il rimpatrio di Roma.

A darne segnalazione il sottosegretario agli Interni Achille Variati: “Dopo la segnalazione del sindaco di Piove di Sacco – comunica in una nota – mi sono personalmente impegnato per fare in modo che lo straniero, dimostratosi aggressivo, violento e pericoloso, fosse al più presto espulso dal territorio nazionale. Sentito il Gip la Questura ha revocato la carta di soggiorno e questa mattina allo straniero è stato notificato il provvedimento”.

“Lo straniero verrà portato al Cpr di Ponte Galeria a Roma; durante il trattenimento verranno acquisiti i nullaosta dalle autorità giudiziarie dei procedimenti penali in corso e quindi verrà espulso. – ha proseguito Variati – La linea dell’accoglienza non deve mai essere disgiunta da quella della fermezza”.

Atourabi aveva dapprima picchiato una guardia di un centro commerciale, poi ha sfasciato l’ufficio postale che non gli erogava il reddito di cittadinanza al quale aveva avuto accesso fino al mese precedente, poi ha occupato un’abitazione e infine ha ferito una commessa di un supermercato.

Sul fronte del reddito è stata la Guardia di Finanza a interrompere l’erogazione: da aprile 2019 lo straniero ha indebitamente percepito 496,58 euro mensili per complessivi 4.469,22, che ora dovrà restituire, visto che per ottenerli avrebbe dichiarato un falso domicilio.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 16 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente conosci i nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del mattino. 365...

Mauro da Mantova è morto. L’ospite della trasmissione ‘La Zanzara’ non ce l’ha fatta

Mauro da Mantova è morto ieri a Verona. Era ricoverato dal 10 dicembre, quasi subito era entrato in condizioni critiche e, alla fine, non c'è stato niente da fare. Mauro da Mantova, "ospite-incursore" della trasmissione radiofonica "La Zanzara" è spirato all’ospedale Borgo...

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

5×1000 alla Voce di Venezia: da 16 anni ti siamo fedeli, ci meritiamo una firma?

5x1000 al nostro giornale: da 16 anni ti siamo fedeli, meritiamo una tua firma? Tu che ci leggi conosci già il nostro lavoro. Sicuramente conosci i nostri articoli: le ultime notizie più importanti del giorno da leggere già dalle prime ore del mattino. 365...

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da visita da parte dei miei nuovi compagni e compagne di classe è stato questo: -“Da dove ti vien,...

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....