Dorian Gray. La bellezza non ha pietà. Produzione Pierre Cardin

266

Dorian Gray. La bellezza non ha pietà. Produzione Pierre Cardin

Ispirato al romanzo Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde, è la terza opera per il teatro musicale scritta e composta da Daniele Martini. La direzione artistica e le scene dello spettacolo sono firmate da Rodrigo Basilicati, la regia è di Wayne Fowkes e i costumi di Pierre Cardin.

Interprete del leggendario personaggio romanzato da Wilde sarà Matteo Setti, che sarà affiancato in scena da Thibault Servière. Completano il cast artistico Daniele Falangone che cura arrangiamenti e suono, la video designer Sara Caliumi e il light designer Paolo Bonapace.

Dopo una presentazione in anteprima nel contesto della Carrières del Castello De Sade a chiusura del Festival de Lacoste 2016, Dorian Gray. La bellezza non ha pietà debutta in prima esecuzione assoluta in forma integrale al Teatro La Fenice di Venezia.

Lo spettacolo racconta attraverso le parole e la musica la bellezza e le ossessioni di un’icona perfettamente attuale. La narrazione prende inizio nel momento in cui Dorian ha già compiuto trentotto anni ed è ormai un uomo maturo.

Anche se il suo aspetto è immutato nel tempo, la sua anima, intrappolata nel dipinto che tiene nascosto da anni, porta segni mostruosi e inconfondibili di eventi inconfessabili. Ognuno di questi segni ha una storia, un’emozione, che Dorian rivive man mano che riflette sul vissuto, a cominciare dall’incontro con la propria bellezza.

In un’ora e mezzo circa, le quindici arie della partitura saranno incastonate in un flusso di recitazione e di intensi disegni di luce. L’azione scenica si svolgerà in un contesto scenografico astratto e solido, in sinergia con contributi video che trasportano l’azione scenica dalla prospettiva del protagonista a una dimensione fantastica.

I biglietti per lo spettacolo (da € 10,00 a € 60,00, riduzioni per abbonati Stagioni Lirica e Sinfonica, residenti comune e città metropolitana, studenti, docenti, over 65, Amici della Fenice e Juvenice) sono in vendita nelle biglietterie Venezia Unica (Teatro La Fenice, Piazzale Roma, Rialto linea 2, Tronchetto, Lido, Mestre), nelle filiali della Banca Popolare di Vicenza, tramite call center Hellovenezia (041 2424) e biglietteria online (www.teatrolafenice.it).

Daniele Martini
Autore e compositore italiano nato a Padova, Daniele Martini ha maturato una ricca esperienza nella composizione e nel canto in vari campi: rock, band, canzone e colonna sonora. A seguito di tutte queste esperienze, ha deciso di dedicarsi completamente al canto e alla scrittura di opere musicali: il suo
talento è presto scoperto dal produttore e mecenate francese Pierre Cardin.
Nel 2009, Cardin ha prodotto il suo primo musical Casanova amori e inganni a Venezia che, dopo aver debuttato in prima mondiale in Piazza San Marco, diventa un successo in tutta Europa: degne di nota le esecuzioni al Gran Teatro del Cremlino a Mosca e all’Opera di Atene. Anche in questo caso prodotto da Pierre Cardin, nel 2013 Daniele Martini firma Amleto dramma musicale in qualità di autore, interprete, regista e co-produttore. Il suo terzo lavoro per il teatro musicale, di nuovo prodotto da Pierre Cardin, è Dorian Gray. La bellezza non ha pietà.

Matteo Setti
Abituato ad ascoltare fin da piccolo i cantautori italiani, Matteo Setti si innamora veramente della musica solo quando nel 1991 scopre i Queen. Fonda così una cover band che battezza Radiogaga, con la quale gira le piazze italiane e, proprio durante uno di questi live, viene invitato da Luciano Pavarotti a partecipare alla versione da lui prodotta del musical Rent, poi replicato in tutta Europa.
La sala d’incisione e l’esibizione con artisti di fama internazionale sono un’esperienza formativa importante. Il risultato è l’approdo a Notre Dame de Paris: dopo sette mesi di selezioni severissime, viene scelto per il ruolo di Gringoire, poeta narratore. Rimane nel cast principale dell’opera fino al
2009 per poi proseguire con il ruolo di Giacomo Casanova in Casanova, Amori ed inganni a Venezia.
Nel 2011 Matteo Setti viene scelto per dare voce a Non abbiate paura, brano che celebra la beatificazione di Papa Giovanni Paolo II, trasmesso in oltre sessanta paesi durante la veglia per la Beatificazione del Pontefice. Nel 2013 debutta alla Cutting Room di New York e al Catalina Jazz Club di
Hollywood. Incide a Nashville l’album Matteo Setti – Italian Factor (prodotto da Fred Mollin), che esce nel 2014, viene presentato in un grande show registrato a Los Angeles e trasmesso da numerose stazioni del network americano PBS.
Nel 2014 viene scelto da Pierre Cardin per il ruolo del titolo nel musical Amleto di Daniele Martini. Nel 2016 debutta con il ruolo di protagonista in Dorian Gray. La bellezza non ha pietà.

Thibault Servière
A soli dodici anni, Thibault fa i suoi primi passi come un trapezista solista nelle arti circensi, e da questa esperienza nasce l’innesco del suo amore per la scena. Dopo aver partecipato agli incontri nazionali del circo ad Amiens, è presente al Festival Circa e al Festival internazionale del circo di Domont.
Parallelamente all’attività in ambito circense, inizia presto a occuparsi di teatro, studiando al Conservatorio Francis Poulenc con Eric Jakobiac: questo incontro sarà determinante sia dal punto di vista artistico che umano per avviare i suoi primi progetti per la televisione e il teatro.
Successivamente incontra la performer Nadia Vadori-Gauthier, della quale frequenta il laboratorio coreografico. Questa esperienza gli permette di essere notato da Pierre Cardin, che lo sceglie per lo spettacolo Dorian Gray. La bellezza non ha pietà.

04/08/2016

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here