Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
14.8C
Venezia
lunedì 01 Marzo 2021
HomeMestre e terrafermaDegrado a Mestre, sindaco e Giunta e la soluzione per Via Piave

Degrado a Mestre, sindaco e Giunta e la soluzione per Via Piave

via piave mestre fee

Il sindaco Luigi Brugnaro non ha dubbi: Via Piave di Mestre deve diventare un problema nazionale, chiede poteri più forti e spendibili per arginare il traffico di droga” e la situazione di disagio che ne deriva, costringendo gli abitanti della zona a stare sempre sulla difensiva, a temere serie conseguenze per la loro incolumità”.

Assessori e Sindaco si sono confrontati giorni fa con Paolo Antonini, che è stato aggredito per aver rimproverato un ragazzo che faceva la pipì sulla sua porta di casa, a due passi dai giardini di Via Piave. Un episodio, l’ennesimo, ha spiegato, che si somma ad uno spaccio sfacciato e impunito, a situazioni di degrado urbano e sociale: un insieme di circostanze che gli abitanti non riescono più a sopportare.

Le numerose iniziative atte a valorizzare il quartiere e rivitalizzare la parte positiva che i cittadini esprimono, come quelle organizzate al Parco Piraghetto, e il Farmer’s che troverà ospitalità proprio nei giardini di via Piave.
Momenti importanti di aggregazione per la nascita di una nuova e condivisa dimensione umana, che non riescono tuttavia a modificare “quella realtà” e a frenare il degrado.

E Sindaco, Giunta, Consiglio comunale, Municipalità e vigili urbani, hanno manifestato l’intenzione di chiedere al Governo di poter usare maniere energiche per dissuadere chi disturba e compie reati. Il sindaco pensa che una notte in cella potrebbe essere un tentativo… utile. Sarà attuabile, e soprattutto: sarà sufficiente?

La missione istituzionale ha visitato il quartiere, parlato con gli abitanti, gli esercenti, ascoltato i tanti racconti, episodi che fanno di Via Piave (forse per la sua adiacenza alla stazione ferroviaria?) una zona da proteggere.

Eppure, con i dovuti distinguo, sarebbe utile capire i motivi che hanno portato a questa situazione, comprendere chi è vittima e chi è carnefice in questa deriva, come intervenire socialmente, prevenire, arginare situazioni di disagio e di abbandono. Senza questa necessaria analisi sarà difficile modificare lo stato sociale, proprio perché la complessità degli elementi che minano la vivibilità di alcuni quartieri, rende indispensabile un’analisi accorta e competente.

Un percorso possibilmente all’unisono fra figure istituzionali, che hanno sì il dovere di difendere i cittadini e di reprimere chi viola le leggi, ma anche di rimuovere le cause dell’emarginazione e del degrado.

Andreina Corso | 22/05/2016 | (Photo d’archive) | [cod piaveme]

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.