24 C
Venezia
domenica 01 Agosto 2021

Addio a due navi Carnival, crociere a Venezia cominciano a diminuire

HomeNotizie di aperturaAddio a due navi Carnival, crociere a Venezia cominciano a diminuire

Le primarie per finta che Venezia non merita
Lungi dall’essere risolta, la questione delle navi e delle crociere in approdo o in transito per Venezia, ancora non ha trovato le giuste e condivise soluzioni. Intanto c’è chi fa un passo indietro, come la Neoclassica (che ha optato per Bari) e la Oosterdam, ambedue del Gruppo Carnival, nuovo socio della Venezia Terminal Passeggeri (si valuta una perdita di 88 mila passeggeri).

Sullo sfondo le proposte che il Governo deve ancora valutare:il Canale delle Tresse e il Terminal alla bocca di Porto della Deuferco. Ma non solo, emergono le sostanziali differenze sulla filosofia legata alla crocieristica, che spesso si sono scontrate e che necessitano di un forte impegno politico sulla natura delle navigazioni, sia dal punto di vista ambientale, che lavorativo.

In questi ultimi anni, che hanno registrato una florida attività economica, si sono imposte alcune limitazioni mirate al rispetto e alla tutela di Venezia, che hanno riguardato le stazze, che non possono superare le 96mila tonnellate e conseguentemente i passeggeri sono notevolmente diminuiti (183mila in meno rispetto al 2014).

Si muove ancora fra sviluppo e compatibilità la questione Grandi Navi e Venezia Vtp, con Royal, Caribbean, Costa, Msc Global Liman in crisi per la perdita dei passeggeri, sollecita rapide iniziative i grado di rispondere alle differenti esigenze che oramai sono chiare, come l’alternativa al passaggio delle navi a san Marco.

Redazione | 19/08/2016 | (Photo d’archive) | [cod crove]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.