20 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Il Covid ci porta via il mago dei jukebox, eccellenza trevigiana

Homemorti per CovidIl Covid ci porta via il mago dei jukebox, eccellenza trevigiana

Claudio Tosato era un mago dei jukebox, soprattutto. Un genio della meccanica applicata alla sua grande passione: le scatole della musica a moneta degli anni 50, 60 e 70. Un artista apprezzato in tutto il mondo.
Le sue capacità lo avevano portato a diventare il “restauratore dei vip” ma comunque uno dei massimi esperti in Europa.
Il Covid ci ha portato via anche la sua arte, ha fermato i dischi di Claudio Tosato.
Il suo ultimo messaggio dedicato al papà Mario, porta la data dell’11 dicembre. Si conferma quindi la tragica e dolorosa regola dei 20 giorni per taluni, inspiegabili, casi di contagio.
Claudio Tosato aveva 62 anni, era di Castelfranco, e il papà Mario, ex campione ciclistico, gli aveva trasmesso la passione dei jukebox che l’ha portato negli anni a diventare il restauratore di fiducia di molti nomi noti tra gli appassionati dei juke box.
Come Caterina Caselli,

che l’aveva chiamato a Sanremo per affidargli un Ami Continental 1; Marta Marzotto, Renzo Rosso, patron della Diesel, per riattivare un Ami I e un Wurlitzer 1015.
E poi Red Ronnie, per un Goliath, uno degli apparecchi più rari e grandi al mondo fabbricato in 600 pezzi.
Tosato era uno dei quattro restauratori di questi apparecchi rimasti in Europa.
Uno di essi Claudio lo aveva collocato anche nella sala ricreativa dei Padri Agostiniani, in Vaticano, mentre altri fanno tuttora suonare ancora i 45 giri d’epoca in mezza Europa.
Le abilità di Claudio – il mago trevigiano dei juke box – era nota nel mondo:

a lui si erano rivolti negli anni Edoardo Bennato, per un Ami J, detto Giubileo, l’ex calciatore della Juve Paolo Sousa per un Ami Continental, che portava con se’ in ogni trasferimento di carriera; anche Alessandro Del Piero, aveva bussato alla porta di casa di Tosato per un Wurlitzer a cd.
Alle fiere e alle altre manifestazioni espositive di settore il suo stand era sempre tra i più visitati.
Tosato dedicava giorni interi alla sua passione passandoli chiuso nel magazzino, in un festoso gioco di rimbalzi sonori, finché la macchina tornava a fare quello che chiedeva lui.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.