Covid oggi: 1.550 in più in Veneto, oltre 19mila in Italia. Zaia: “Nessuna nuova misura”

ultima modifica: 26/10/2020 ore 16:40

1399

Coronavirus: Zaia, lockdown per noi non esiste più

Covid oggi: registrata in Veneto una nuova impennata di contagi con 1.550 casi in più in un giorno. Si tratta di un nuovo balzo nella nostra regione e del dato più alto dall’inizio dell’epidemia.
I casi totali di infetti in Veneto salgono a 41.140, mentre si contano 7 vittime in più, per un conteggio complessivo di 2.308 morti.
In ascesa anche i numeri dei ricoveri nei reparti non critici, 600 (+12), e delle terapie intensive, 70 (+4).


Per il Presidente Luca Zaia siamo alle prese, per ora, con una curva decisamente più piatta rispetto al periodo ‘caldo’ del marzo scorso e questo, in qualche modo, tranquillizza nonostante gli atteggiamenti opposti di altri governatori.
Sul fronte dell’effettuazione dei tamponi, si viaggia sui 25-30 mila al giorno. La protezione Civile Nazionale – ha poi annunciato il presidente del Veneto – ha comunicato che arriverà anche in Veneto una parte delle squadre

messe a disposizione dall’Esercito per creare nuovi punti tampone. “Saranno dei drive in con sanitari operativi – sottolinea -. In Veneto dovrebbero esserne in arrivo una ventina”.
Sorvegliate speciali restano le scuole: le situazioni con almeno un caso sono salite a 697.
Su 707.814 studenti totali, i positivi sono 835 (lo 0,12%) e quelli in quarantena sono 6.551 (lo 0,93%). Su 95.786 operatori della scuola totali, i positivi sono a oggi 167 (lo 0,17%), gli isolati sono 1.292 (l’1,35%).


In Italia i contagi di Covid salgono nella stessa maniera: secondo il bollettino del ministero della Salute di questa sera (venerdì) l’incremento nelle ultime 24 ore è di 19.143, individuati con 182.032 tamponi, il numero più alto dall’inizio dell’emergenza.
Il totale dei contagiati – comprese vittime e guariti – sale a 484.869.
In calo invece l’incremento delle vittime, 91 in un giorno (ieri erano 136) che portano il totale a oltre 37mila (37.059).

In un piano regionale, è ancora una volta la Lombardia la regione che fa segnare l’incremento più alto, 4.916 nuovi casi in 24 ore, seguita da Campania (2.280), Piemonte (2.032), Veneto (1.550), Lazio (1.389) e Toscana (1.290). Queste sei regioni hanno complessivamente il 70% dei nuovi casi in Italia. Ancora in crescita il rapporto tra contagiati e tamponi effettuati: dal 9,4% di ieri è salito sopra il 10%.
Il presidente del Veneto Luca Zaia anche oggi, però, ha mandato messaggi “distensivi”:

non ci saranno al momento nuove misure restrittive in Veneto legate al Covid.
Il presidente lo ha ribadito anche a Sky TG24: “Oggi assolutamente no, in questo momento no – ripete -. Questo non vuol dire che abbiamo abbassato la guardia, ma anzi siamo pronti con l’artiglieria pesante: dalle 494 terapie intensive in dotazione nel Veneto ora ne abbiamo già predisposte un migliaio”.

“Attendiamo questo fine settimana per capire quali saranno gli eventuali nuovi provvedimenti da parte del Governo – ha aggiunto -, poi la situazione va seguita e accompagnata. In questo momento ci sta preoccupando il tema delle case di riposo, siamo l’unica regione che fa i test tra gli operatori e gli ospiti ogni sette giorni, però quando il virus entra nelle case di riposo fa danni”.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here