Continua iniziativa contro arrivo profughi a Piovezzano

271

Continua domenica 1° maggio iniziativa contro arrivo profughi a Piovezzano
Continuerà questa domenica la raccolta firme contro l’insediamento di un gruppo di profughi in centro a Piovezzano nella ex scuola.

“Con l’iniziativa – spiega Andrea Bassi – chiediamo al Commissario Prefettizio del comune di Pastrengo, dott. Nicola Noviello, di revocare la delibera (la 31/2016) con la quale intende concedere la ex-scuola di Piovezzano per l’accoglienza dei presunti profughi. Presunti perché poi, nella maggioranza dei casi, la commissione ministeriale che deve accertarne lo status (dopo molti mesi) arriva a stabilire che sono persone che non scappano da alcuna guerra ma, semplicemente, ‘migranti economici’ che cercano un lavoro in Italia o in Europa. E quindi non avrebbero diritto a tale trattamento che però, ricordiamolo, nel frattempo costa ai cittadini italiani 35 euro al giorno per ogni ospite: 1050 euro al mese!”

”Sul caso di Piovezzano poi ci sono anche delle motivazioni ulteriori che ci hanno spinto ad iniziare questa azione: l’edificio dell’ex scuola – prosegue Bassi – è stato da anni dichiarato inagibile e non basteranno certo i 20.000 euro (dei cittadini di Pastrengo!!!) stanziati dal Commissario per ristrutturarlo. C’è inoltre un progetto di riqualificazione approvato dall’amministrazione comunale per realizzarvi un centro di aggregazione giovanile del costo di 255.000 euro di cui 179.000 già concessi dalla regione Veneto che, inevitabilmente, andrebbero persi. L’ubicazione dell’edificio si rivela assolutamente inadatta perché in pieno centro, vicino ad una serie di esercizi commerciali e alla scuola materna. Infine, riteniamo che il Commissario Prefettizio debba occuparsi solo dell’ordinaria amministrazione e quindi scelte di questa portata che riguardano il futuro della comunità non gli competono, ma devono essere lasciate al sindaco che verrà eletto il prossimo 5 giugno”.

“La reazione dei cittadini – aggiunge Bassi – è stata incredibile: nella sola mattinata di domenica scorsa, 24 aprile, dalle 9 alle 12, in una giornata di tempo non certo ottimale e nel bel mezzo di un ponte, sono state raccolte a Piovezzano circa 600 firme in un comune di poco più di 3.000 abitanti. Per questo organizzeremo un’ulteriore giornata di raccolta DOMENICA 1 MAGGIO sempre dalle 9 alle 12, stavolta però in Piazza Carlo Alberto a Pastrengo. Eventuali richieste di informazioni o di firma a domicilio (in caso di persone impossibilitate a muoversi autonomamente) potranno essere avanzate ai numeri 3406053792 o all’indirizzo e-mail fareveronaovest@gmail.com”.

“Poi agli inizi della prossima settimana – conclude Bassi – chiederemo di essere ascoltati dal Commissario Prefettizio e gli consegneremo le firme, cogliendo l’occasione per un confronto rispettoso, ma franco e diretto. Se non riuscissimo a fargli cambiare idea siamo pronti ad impugnare la delibera al Tribunale Amministrativo Regionale perché, a nostro giudizio, è viziata sotto parecchi punti di vista e potrebbe arrecare un considerevole danno erariale al comune di Pastrengo”.

29/04/2016 | (Photo d’archive) | [cod bassi]

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here