30.9 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Comitato C.I.P.E.C.A. contro #IOAPRO, la protesta dei locali pubblici. Lettere

Homechiusure forzateComitato C.I.P.E.C.A. contro #IOAPRO, la protesta dei locali pubblici. Lettere

Il Comitato C.I.P.E.C.A. VENEZIA ribadisce il proprio “no” alla protesta #IOAPRO e chiede un intervento forte a tutela della categoria sia alla Regione che agli enti locali.
Questa iniziativa non può essere in alcun modo condivisa perché rappresenta una chiara trasgressione e soprattutto un rischio per tutti in un momento così delicato per la salute pubblica.
Naturalmente capiamo e viviamo in prima persona lo stato di sofferenza e di crisi delle nostre famiglie e delle nostre aziende ma l’unica strada resta quella del dialogo tra le parti.
Le proposte che continuiamo a portare avanti

sono di intervenire sui costi fissi come utenze e affitti, che non possono essere sospesi, e parallelamente lo stanziamento di ristori adeguati e proporzionati ai cali dei fatturati.
Non vogliamo che la nostra categoria passi dalla parte del torto, rischiando di essere additata come fonte di contagio.
Con il nostro rispetto per le regole abbiamo dimostrato che il problema non sono i pubblici esercizi; anzi, nei nostri locali le misure di contrasto all’epidemia sono ampiamente rispettate e tenute sotto controllo, non daremo quindi la soddisfazione di multarci o denunciarci facendoci passare per impostori o peggio.
Per tutti questi motivi,

a tutela nostra, dei nostri collaboratori, dell’intera filiera e delle nostre aziende noi non apriremo ma continueremo a far valere le nostre ragioni e i nostri diritti, e lotteremo per superare questo momento per poter ripartire più forti di prima.
Vogliamo dire chiaramente che serve un segnale forte per evitare che si creino “sbilanciamenti sociali” e che soprattutto il lavoro e il sacrificio fatto sino ad ora non vada vanificato.

COMITATO CIPECA VENEZIA

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.