martedì 18 Gennaio 2022
12.3 C
Venezia

CIRCOLAZIONE PER RII E CANALI | Cosa cambia

HomeVenezia cittàCIRCOLAZIONE PER RII E CANALI | Cosa cambia

NOTIZIE VENEZIA | “Dopo un lungo periodo di gestazione e un ampio confronto in città  con le categorie interessate, il Settore Mobilità  della Direzione Mobilità  e Trasporti del Comune di Venezia ha approvato una serie di ordinanze che affrontano la complessa riorganizzazione della circolazione in Canal Grande e nei rii interni.” Con queste considerazioni, l'assessore comunale al Traffico Acqueo e Mobilità , Ugo Bergamo, ha illustrato le nuove ordinanze sulla circolazione acquea nella Ztl del centro storico, sulla disciplina dei transiti in deroga e sull'istituzione di punti sostaper diportisti. Le prime due sono pubblicate nel sito del Comune all'indirizzo www.comune.venezia.it e all'albo pretorio ed entreranno in vigore il 1 giugno.

L'assessore Bergamo dopo aver rilevato che lo scopo di tali provvedimenti è quello di rendere più agevole e funzionale il trasporto merci e il trasporto non di linea e garantire la mobilità  ai diportisti nei rii del centro storico grazie all'individuazione di approdi pubblici in cui sostare, ha sottolineato che il punto maggiormente innovativo è quello che prevede che tutte le rive, non destinate ad attività  specifiche, siano utilizzate dai diportisti. “In ogni insula censita ci sarà  almeno una riva dedicata ai residenti che così potranno ormeggiare la loro imbarcazione. Una piantina tascabile indicherà  le rive idonee, mentre su un disco orario si dovrà  segnalare l'inizio della sosta e il recapito cellulare del conducente. Una svolta importante che va nel senso della riappropriazione della città .”

Anche sulle modalità  della raccolta dei rifiuti in area marciana e del loro trasferimento nelle apposite imbarcazioni, ci sarà  una generale rivisitazione. Il progetto prevede sia la riduzione dei punti di raccolta che da 34 passeranno a 25, che il loro trasferimento verso l'esterno dei canali. Ma la radicale trasformazione è quella che fissa entra il 1. gennaio 2015 la raccolta notturna delle immondizie nel cuore della città .

“La buona riuscita di questo disegno – ha spiegato Bergamo – è legata agli sviluppi tecnologici perchè servono strumenti di caricamento dei rifiuti che non sia rumorosi. C'è tempo per avviare la sperimentazione che sarà  eseguita in un periodo ancora da definire, per 15 giorni, sufficienti per capire l'utilità  del sistema e la sua bontà  in merito al moto ondoso e alla circolazione nei canali interni.”

Ma sono stati trattati anche altri temi, tra cui le 4mila deroghe annuali sulla circolazione, che avranno un diverso percorso burocratico: si passerà  da un regime derogatorio a un regime normato, in cui sarà  più semplice ottenere l'autorizzazione. Inoltre il Rio Novo sarà  accessibile nel doppio senso di marcia per i taxi e per il trasporto merci durante l'intera giornata. Infine il 1 ottobre di quest'anno diventerà  obbligatorio per i trasporti commerciali, l'attivazione di un Gps collegato al sistema Argos per rafforzare il controllo e la repressione degli eventuali eccessi di velocità .


[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[25/04/2013]


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

“Ma è normale che il marinaio Actv abbandoni una borsa trovata a bordo in un pontile deserto?”. Lettere

Mi piacerebbe capire se il seguente comportamento è normale: fatto avvenuto la sera del 12 dicembre, a bordo del motoscafo linea 4.1 delle ore 20,16 circa, partenza piazzale Roma, direzione Murano. Alla stazione una coppia scende e dimentica una borsa che il marinaio...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Ecco cosa si prova ad andar via dalla Venezia in cui si è nati. “Le lacrime durante il trasloco”. Lettere

In risposta alla lettera: “Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Di G.A. & D. Pugiotto La marsaria Quela matina del febraro sesantaoto Xe ga Liga la barca del Mario in fondamenta, e col careto del osto, che spussa de...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...