Cartelli no ai nomadi a Vicenza, Procura indaga per discriminazione

ultimo aggiornamento: 11/04/2015 ore 11:08

154

Cartelli no ai nomadi a Vicenza

Procura della repubblica di Vicenza che apre un fascicolo per l’ipotesi di discriminazione razziale in relazione ai cartelli ‘no ai nomadi’ a Vicenza. Gli ‘avvisi’ sono fatti posizionare due giorni fa dal sindaco di Albettone, Joe Formaggio, sul territorio del Comune.
Nel frattempo i cartelli di divieto sono stati sequestrati dai carabinieri, su ordine dello stesso ufficio giudiziario.

Al momento non risulta che l’amministratore sia indagato, e formalmente l’ordinanza con cui sono state motivate le tabelle di divieto sarebbe ancora in vigore.
Per cercare di chiarire la vicenda e far abbassare i toni, però, oggi Formaggio è stato convocato dal prefetto di Vicenza, Eugenio Soldà, ai cui uffici era stata inviata copia dell’ordinanza.


“E’ stato un incontro costruttivo – ha detto al termine il sindaco di Albettone – Ho parlato con il Prefetto ed il Questore, i quali, separatamente, si sono poi confrontati con il Procuratore. Ora con i funzionari del Comune lavoreremo d’intesa con la Prefettura per costruire un nuovo provvedimento che risponda ai criteri di sicurezza chiesti da Albettone, senza violare alcunchè”.

L’ipotesi sarebbe quella di una nuova ordinanza che, per non sconfinare nella violazione di legge, non potrà rivolgersi come la precedente ad una specifica categoria sociale.


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here