27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Cambiasso da l’addio all’Inter, ma che brutto venirlo a sapere da altri

HomeCalcioCambiasso da l'addio all'Inter, ma che brutto venirlo a sapere da altri

Cambiasso da l'addio all'Inter

Domani sera, salvo colpi di scena, Cambiasso da l’addio all’Inter. Che brutto venirlo a sapere da altri, però.

Esteban Cambiasso chiuderà la sua carriera in nerazzurro, dove aveva esordito in campionato l’11 settembre 2004 a Verona e contro lo stesso avversario di dieci anni fa: il Chievo (2-2).

Ci può stare che l’Inter rinunci a un giocatore di 34 anni che ha dato tutto alla causa, senza mai risparmiarsi, ma quello che sconcerta è il silenzio assoluto dei vertici della società con il giocatore, che si trascina da mesi.

Il presidente Thohir non ha mai affrontato la questione con il diretto interessato, non è mai stata avanzata una proposta di rinnovo del contratto che è in scadenza e nessuno gli ha detto che avrebbe fatto bene a cercarsi un’altra squadra.

Cambiasso da l’addio all’Inter ma avrebbe meritato un po’ di chiarezza, quella che invece, in questi mesi, è sempre mancata. Anche sabato scorso, alla fine dell’ultima partita a San Siro, quando Zanetti lo ha voluto accanto a sé, insieme con Milito e Samuel (e Castellazzi), nessuno gli si è avvicinato.

L’Inter sta diventando un’azienda, non è più una famiglia, una passione con quel clima di amicizia che ha sempre voluto il presidente Moratti. Ed ora siamo all’ultima cena: ieri sera Zanetti, Samuel, Cambiasso e Milito, «il clan dell’asado» (come hanno firmato l’invito i diretti interessati, in risposta a tutte le malignità di questi mesi), hanno invitato gli amici a San Siro per quella che è diventata la cena d’addio.

Cambiasso non ha avuto bisogno che fuori tempo massimo la società gli comunicasse di cercarsi un’altra squadra (non in Italia, perché, come lui stesso ha spiegato, non riuscirebbe a giocare contro l’Inter, dove ha vinto 15 trofei). L’ha capito da solo e non sarà un dramma. Però l’amarezza è tanta: l’uomo che con i suoi gol ha trasformato il triplete in realtà chiude la sua storia interista e nessuno parla con lui.

Roberto Dal Maschio

[17/05/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.