mercoledì 26 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Aziende in crisi, l’assessore Marcato: “Attenzione alle infiltrazioni mafiose”

HomeCoronavirusAziende in crisi, l'assessore Marcato: “Attenzione alle infiltrazioni mafiose”

Ater Venezia : recupero 164 alloggi pubblici grazie a finanziamento Regione
Aziende in crisi, l’assessore regionale Roberto Marcato: “Al lavoro per dare liquidità alle imprese. Ma attenzione alle infiltrazioni mafiose: servono strumenti di protezione delle aziende”.

“Oltre alla perdita di competitività esistono due rischi molto forti nel post-emergenza. Il primo è che con il depotenziamento delle nostre imprese, qualcuno venga a depredare il nostro sistema economico. Il secondo, gravissimo, è quello che la crisi esponga il territorio a infiltrazioni mafiose. Per farvi fronte va fatto un ragionamento ad ampio raggio. È necessario pensare subito a misure di protezione che non consenta che le nostre aziende vengano svendute e depredate”.

Questo l’allarme lanciato dall’assessore regionale allo sviluppo economico ed energia Roberto Marcato, intervenuto stamane in collegamento alla conferenza stampa durante la quale Unioncamere ha presentato alcuni dati relativi alle prime ricadute sul sistema economico Veneto dell’emergenza Coronavirus.

“Ringrazio le associazioni di categoria e Unioncamere che in questo momento sono il collante tra istituzioni e imprese per il lavoro che stanno facendo, come un vero e proprio pronto soccorso per le imprese. La Regione continuerà a farsi portavoce del sistema economico e ad interloquire per facilitare il rapporto con il Governo. Noi stiamo lavorando senza sosta per portare soluzioni operative per una crisi senza precedenti. Il sistema Veneto, che dal punto di vista sanitario ha dimostrato ancora una volta di essere un’eccellenza, anche dal punto di vista del sostegno alle imprese sarà un punto di riferimento”.

“I punti su cui stiamo preparando una poderosa risposta sono: micro-credito, credito, e sburocratizzazione – precisa l’assessore – stiamo rivedendo anche i criteri di ripartizione dei fondi europei, con l’Università stiamo revisionando le reti innovative regionali per affrontare nuovi temi dati dall’emergenza, e fornire risposte più puntuali e rapide. Stiamo pensando di rivedere interamente la manovra regionale per essere sempre più vicini ai bisogni che stanno emergendo ogni giorno”.

“Abbiamo già inviato al Governo le nostre osservazioni – sottolinea ancora – queste riguardano, tra l’altro, le regole per l’accesso al credito stabilite dall’Unione Europea che devono essere riviste per dare la possibilità agli istituti di erogare i finanziamenti con maggior flessibilità, e la sterilizzazione del rating per le aziende costrette a chiedere la moratoria. Perché è impensabile che le aziende paghino senza avere alcuna responsabilità”. 

“E confido che il Governo porti a casa questa partita, che è un punto essenziale – conclude Marcato – perché, come dice il Presidente Zaia, un’Europa così non solo non serve a nulla, ma rappresenta solo un ostacolo”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Carabinieri chiudono noto bar-ristorante di Venezia

I Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia, al termine di accertamenti eseguiti con l’ausilio della Compagnia Carabinieri di Venezia, di tecnici dell’Ufficio Salvaguardia del Provveditorato Provinciale alle Opere Pubbliche per il Veneto e della Polizia Locale, hanno posto sotto sequestro...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv

Laddove non si convince, si scatena la creatività e il far da sé. Barche private, iniziative dovunque, social scatenati, soprattutto tra chi vive nelle isole e deve recarsi al lavoro o accompagnare i figli a scuola: ognuno si organizza a modo...

Ponte della Costituzione scivoloso, altri lavori. Amore-odio dei veneziani per il Ponte di Calatrava

Ancora guai per il Ponte della Costituzione progettato dall’architetto Santiago Calatrava, che tanto ha fatto discutere i cittadini veneziani, che hanno prima incontrato e poi vissuto gli effetti di un’opera che è costata 11 milioni di euro. Il Ponte era entrato nell’immaginario...

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

“Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Lettere

In risposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai soli veneziani, specialmente quelli di adesso che non l’hanno davvero fondata. Tanto sbraitano contro il turismo /petrolio della città, ma in fondo cos’altro...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...