Auto vigili incendiate a San Donà, la polizia provinciale presta due mezzi

ultimo aggiornamento: 12/09/2014 ore 17:47

110

Auto vigili incendiate a San Donà, la polizia provinciale presta due mezzi

La presidente della Provincia di Venezia Francesca Zaccariotto e l’assessore alla Polizia Provinciale Giuseppe Canali hanno dato parere favorevole alla messa a disposizione di 2 auto del corpo di polizia provinciale, concesse in comodato d’uso gratuito al comando di polizia municipale di San Donà di Piave.

Le auto saranno utilizzate lunedì 15 settembre in occasione dell’avvio dell’anno scolastico, per il consueto servizio di controllo presso le scuole. La decisione ha avuto carattere d’urgenza, a seguito del grave episodio avvenuto ieri, che ha visto distrutte da ignoti quattro auto della polizia locale di San Donà, lasciando gli agenti sandonesi sprovvisti dei veicoli per poter svolgere il servizio. L’operazione è stata coordinata dal comandante del corpo provinciale Alessio Bui con la collega del corpo municipale Daniela Sellan.


Presidente Zaccariotto: «Ciò che è accaduto è gravissimo, va oltre l’atto vandalico, e capisco che la coincidenza con la data dell’11 settembre abbia fatto pensare fra le varie ipotesi anche ad un gesto di matrice terroristica. Esprimo la mia vicinanza e solidarietà all’amministrazione comunale di San Donà e al comandante della polizia locale Sellan. Fatti come questi lasciano attoniti e mi auguro venga fatta al più presto chiarezza. Nel frattempo ciò che possiamo fare è dare un aiuto concreto mettendo a disposizione i nostri mezzi, come già è avvenuto in passato e con altri comuni. L’augurio che rivolgo alla comunità sandonatese, e non solo, è di un avvio sereno e in sicurezza di questo anno scolastico».

Redazione

12/09/2014


Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here