Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
8.3C
Venezia
giovedì 04 Marzo 2021
HomeSicurezzaAtti osceni davanti una ragazzina: assolto, non è reato

Atti osceni davanti una ragazzina: assolto, non è reato

Catene e abusi sessuali su sordomuti: religiosi in carcere, suora ricercata con mandato internazionale
Le cronache ogni tanto riportano sentenze che fanno riflettere il cittadino comune, ed oggi quella che fa più discutere riguarda un gesto spregevole, vigliacco: la molestia su una ragazzina minore, sia pur senza contatto. Il fatto è riportato dal Gazzettino in edicola l’11/09 a firma Roberta Brunetti, e ci informa su come alcuni reati non siano più penalmente punibili. Forse proprio nel momento in cui servirebbe più rigore in Italia.

COMPIE ATTI OSCENI DAVANTI MINORE: ASSOLTO, NON E’ REATO
VENEZIA La ragazzina si era riparata dalla pioggia in un androne. E qui aveva trovato uno sconosciuto che si era calato i pantaloni per masturbarsi davanti a lei. Una scena che l’aveva turbata. Per questo l’uomo, un 28enne di origini albanesi, era finito a processo per atti osceni, per quella particolare ipotesi di reato che coinvolgendo i minori non è stata depenalizzata. In realtà la legge punisce come reato chi commette atti osceni in luoghi frequentati da minori, anche se i minori non ci sono. Ma se il fatto accade altrove – come hanno precisato delle recenti sentenze della Cassazione – il reato non c’è più. E l’atto osceno va punito con una semplice multa. Così anche il 28enne di questa storia ieri è stato assolto. Perché il fatto non è previsto dalla legge come reato, come ha sentenziato il giudice monocratico di Venezia che ha disposto la trasmissione degli atti alla Prefettura per la sanzione amministrativa.

LA DENUNCIA
Una conclusione che evidenzia i paradossi della norma per una vicenda iniziata quattro anni fa, a San Donà di Piave. É qui che in un giorno di pioggia la ragazzina, all’epoca sedicenne, si rifugia in un androne, in attesa che il padre la venga a prendere in macchina per riportarla a casa dopo un pomeriggio passato con un’amica. L’incontro con il giovane esibizionista la turba non poco e i genitori decidono di sporgere denuncia. L’uomo viene individuato e la Procura procede per atti osceni in luogo pubblico. Un reato che fino al 2016 veniva punito con la reclusione da 3 mesi a 3 anni. Poi il decreto legislativo 8/2016 lo ha depenalizzato, riscrivendo l’intero articolo 527 del codice penale.
Ora gli atti osceni «in luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico» vengono puniti con una sanzione amministrativa … (l’articolo completo Sul Gazzettino in edicola)

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...