22.3 C
Venezia
giovedì 24 Giugno 2021

Alvano Bacchi, il noto imprenditore umbro che ha portato 3M e Fonderie Tacconi al successo

Homeil ritrattoAlvano Bacchi, il noto imprenditore umbro che ha portato 3M e Fonderie Tacconi al successo

Alvano Bacchi è un noto imprenditore umbro, da prima conosciuto per gli innumerevoli traguardi nel campo immobiliare e in seguito per gli importanti successi raggiunti con le aziende 3M e Fonderie Tacconi, profondamente rinnovate sotto la sua guida.

Nato a Perugia nel 1971, dopo gli studi universitari prosegue la sua formazione nell’Esercito dove entra dopo aver vinto il concorso per Allievi ufficiali dell’esercito e ottiene il grado di istruttore presso la Scuola Allievi di Lecce. Dopo la carriera militare, Alvano Bacchi si dedica al mercato immobiliare dove raggiunge velocemente notorietà e diventa tra il 1998 e il 2010 uno degli imprenditori più noti e ammirati della regione.

Alvano Bacchi acquisisce la quota di maggioranza di 3M S.r.l. nel 2013

Alvano Bacchi entra in 3M S.r.l. nel 2013, acquisendone la quota di maggioranza e in seguito ne diventa Amministratore Delegato. Inizia da subito un processo di riorganizzazione dei compartimenti per la riqualificazione dei prodotti che verranno realizzati, così da colmare il gap accumulato dall’azienda negli ultimi anni e tornare a essere competitiva sul mercato italiano e internazionale. Uno dei primi interventi è la realizzazione di un’isola automatizzata per la pressofusione di 2350 tons di potenza. L’isola consente a 3M la realizzazione di lavorazioni tecnologicamente avanzate e dall’elevata volumetria, consentendo così di ampliare il raggio d’azione e attrarre nuovi clienti.

Gli interventi di rinnovamento voluti da Alvano Bacchi consentono a 3M di ottenere la certificazione ISO TS 16949, grazie al raggiungimento di capability e di funzionalità del sistema qualitativo, che consentono all’azienda di produrre componenti per il settore automotive. Settore di cui 3M diventa velocemente un punto di riferimento per il mercato italiano. L’acquisizione di competenze e know-how avanzate consentono all’azienda lo sbocco sul mercato estero, dapprima in Germania dove Bacchi ottiene commesse da ambiti brand internazionali e in seguito sul mercato svedese, siglando un accordo con un’azienda specializzata in prodotti elettromedicali innovativi.

Alvano Bacchi trasforma FOM Fonderie Tacconi, la svolta nel “Caso Tacconi”

In seguito ai successi in 3M, Alvano Bacchi decide di intraprendere un nuovo progetto e nel 2019 acquisisce il Gruppo FOM Fonderie Tacconi. Come nel caso precedente, l’imprenditore avvia subito una profonda trasformazione dell’impianto, virando verso la sostenibilità. La visione di Bacchi riscuote il consenso del territorio dove negli ultimi anni era cresciuta la preoccupazione riguardo all’impatto ambientale degli stabilimenti ed era nato un tavolo Interstituzionale per discutere la faccenda, il “Caso Tacconi”.

Il Tavolo ha raccolto attorno a sé un comitato fondato dai cittadini residenti nei pressi dello stabilimento e le istituzioni. Il dibattito ha visto contrapporsi da un lato chi era preoccupato per l’impatto ambientale sul territorio, in cui si trova il complesso turistico-religioso Assissano; dall’altro chi vuole tutelare il livello occupazionale garantito dall’attività delle fonderie.

Alvano Bacchi ha partecipato attivamente al dialogo, predisponendo interventi immediati di analisi dello stato di fatto e studiando soluzioni per il miglioramento degli stabilimenti e la riconversione sostenibile degli impianti. Sotto la sua guida sono stati posizionati strumenti digitali per il rilevamento mensile delle sostanze chimiche e metalli presenti attraverso sensoristica specifica. Sono stati ingaggiati esperti che hanno studiato interventi per il posizionamento di deposimetri in punti strategici per il rilevamento di polveri depositabili e si è prevista la possibilità di programmare interventi di biometraggio ambientale attraverso analisi dendrochimica.

Infine, Alvano Bacchi ha sottoscritto un accordo per il monitoraggio dell’aria, mettendo a disposizione dei professionisti incaricati delle valutazioni dalla Tavola, tutti i dati raccolti. Il tutto in totale trasparenza e quindi rafforzando la fiducia del Comitato dei cittadini e le istituzioni coinvolte nei riguardi dell’imprenditore.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor