8.4 C
Venezia
sabato 23 Gennaio 2021

Al cinema in sicurezza, nostra intervista a Furlan dell’Img cinemas di Mestre

Home Cinema Al cinema in sicurezza, nostra intervista a Furlan dell’Img cinemas di Mestre
sponsor

Il Viaggio di Fanny, film - evento all'Img Cinemas Mestre

sponsor

Al cinema in sicurezza è possibile e anzi “normale” oggi grazie a una : ”Consapevolezza che il rispetto di poche e semplici regole serve a sé e agli altri ormai diffusa tra tutti gli spettatori”.

commercial

E’ necessario per ripartire, in quanto tra i mondi più colpiti dalle conseguenze che ha provocato la pandemia di COVID-19 vi è sicuramente quello cinematografico: il rischio e il pericolo di nuovi contagi hanno dato il via ad una catena di eventi che ha provocato lo stop delle riprese dei nuovi film ed anche il blocco dell’uscita di almeno un centinaio di film già pronti con effetti senza dubbio disastrosi.

Per decreto del governo la riapertura dei cinema è avvenuta il 15 giugno scorso nel rispetto delle norme igienico sanitarie vigenti che impongono agli spettatori di indossare sempre la mascherina, trovandosi in un luogo chiuso, per tutelare la loro salute e quella di chi è vicino.
È stata richiesta una dimostrazione alle persone di maturità, disciplina e consapevolezza, piccoli accorgimenti che permettono di proteggere noi stessi e gli altri.

Il dott. Gianantonio Furlan dell’Img cinemas di Mestre (Multisala Candiani) ha risposto con piacere a qualche domanda sul tema della riapertura e dell’affluenza nei cinema in questo periodo di parziale ritorno alla normalità, spiegando chiaramente quali sono le dinamiche che che garantiscono la sicurezza.

Com’è stata e com’è avvenuta la riapertura dei cinema, a seguito dell’emergenza sanitaria COVID-19, nel rispetto delle norme igienico sanitarie tutt’ora vigenti?
“La riapertura dei cinema per Decreto del Governo risale al 15 giugno scorso. Abbiamo tentato un primo approccio col pubblico, ma la totale assenza di nuovi film ci ha costretto a richiudere dopo appena un mese per riaprire solo a metà agosto. Le misure di sicurezza si sono via via modificate con ragionevoli interpretazioni della Regione che, attraverso tre diverse ordinanze, la cui ultima risale ad agosto, ha definito accettabili restrizioni per l’accesso in sala. Possiamo dire che al cinema la sicurezza è maggiormente garantita rispetto ad altri pubblici esercizi come ad esempio bar e ristoranti, le distanze sono garantite per l’alternanza di occupazione dei posti, per l’utilizzo della mascherina fino al raggiungimento del posto o comunque per ogni spostamento, per la possibilità di pre-acquistare i biglietti evitando le code, non ultimo per il tracciamento dei dati personali che permette la reperibilità delle persone in caso di contagi sospetti”.

Come definireste l’affluenza di questo periodo?c’è una buona ripresa?
“Il cinema vende film e a causa del rinvio al 2021 in tutti i mercati internazionali dell’uscita dei blockbuster americani ed europei che costituiscono la parte prevalente del mercato, stiamo sostenendo la stagione solo col prodotto nazionale e con qualche residuale film d’autore. In condizioni normali i film italiani costituiscono circa il 30% dell’intero mercato, infatti ad oggi gli spettatori al cinema sono circa il 70% in meno dello stesso periodo del 2019″.

È difficile gestire le procedure di sicurezza perché tutte le norme sanitarie vengano rispettate?
“Non è complicato gestire le norme di sicurezza soprattutto per la grande disponibilità e disciplina da parte degli spettatori. La consapevolezza che il rispetto di poche e semplici regole serve a sé e agli altri, è ormai diffusa tra tutti gli spettatori”.

Lo stop alle riprese di molti film che erano prossimi ad uscire nelle sale ha pesato sull’affluenza?
“Il problema non sono i film che non erano ancora terminati e che ora stanno per essere completati, ma tutti i film, almeno un centinaio, già pronti per uscire e bloccati ovunque. Se la normalizzazione è auspicata almeno per la prossima primavera, ci troveremo di fronte ad un interruzione delle uscite di quasi un anno”.

Avendo visto e vedendo ad oggi come sta andando la riapertura, si può parlare di un ritorno verso la normalità o si è ancora distanti ?
“Purtroppo il perdurare dello stato di emergenza, la scarsità dei film in uscita, la comprensibile diffidenza di ancora molti ex spettatori o potenziali spettatori ad andare al cinema, per quanto come già detto, luogo pubblico da considerarsi tra i più sicuri, rendono difficili le previsioni per un ritorno ad una normalità”.

“Il periodo natalizio sembra essere il primo crinale da superare con una buona proposta di film che ci rende moderatamente ottimisti. E’ certo comunque che l’abitudine e il piacere dell’esperienza cinematografica si possono definire solo rallentati mai compromessi”.

Alessia Tosi

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...
commercial

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...
sponsor

Donna dimessa a piedi dal pronto soccorso di notte (poi morta), Lihard: verificare responsabilità

Il Movimento per la difesa della Sanità Pubblica Veneziana è venuto a conoscenza della dolorosa trafila, conclusasi tragicamente, di una signora colta da malore...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Esplode la casa, morti due anziani. Forse colpa perdita Gpl dello stabile

Padova, San Giorgio in Bosco, teatro della tragedia di questa mattina legata agli impianti di riscaldamento. A causa dello scoppio e conseguente incendio nell'appartamento, due...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...
commercial

Virus, c’è una nuova “variante”. Bloccati tutti voli dal Brasile

Virus, c'è una nuova "variante" dopo quella definita "variante inglese". Altrettanto maggiormente aggressiva e pericolosa? Le uniche cose certe al momento sono che l'Italia ha...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

Nuovo Dpcm voce per voce. Zone gialle, arancione, rosse: cosa si può e non si può fare

Nuovo Dpcm voce per voce. E' aperta la scuola? Posso muovermi da casa? Il nuovo Dpcm, ovvero: cosa è consentito e cosa è vietato nell'Italia divisa...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Pfizer: “Incidenti in linea con previsioni”

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Di più: la definizione testuale dice: "La Norvegia registra 23 morti 'legate alla vaccinazione' ". L'agenzia del...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.