giovedì 27 Gennaio 2022
1.6 C
Venezia

AIDO | Giornata del dono a Zelarino

HomeMestre e terrafermaAIDO | Giornata del dono a Zelarino

NOTIZIE MESTRE | Il 5 maggio all’auditorium del centro pastorale Cardinale Urbani a Zelarino torna la “Giornata del dono” organizzata dall’Aido Provinciale per i donatori di organi e i loro famigliari. L’appuntamento è alle 10 e inizierà  con una messa celebrata da un prete che vive grazie ad un trapianto di cuore.
«Sono invitati tutti i cittadini – ha detto Flavia Petrin, presidente provinciale dell’Aido – ma soprattutto i donatori e i loro parenti. Sono 20 i nomi nuovi che iscriviamo ogni anno, oltre ai 60 diciamoabituali ma proprio perché queste persone spesso non sappiamo chi siano, il nostro invito è aperto a tutti coloro che hanno un parente o loro stesso sono dei donatori e vogliono partecipare.

L’Ulss 12 è la più attiva della provincia veneziana per numero di donazioni. La dottoressa Maura Veronesi, responsabile del coordinamento trapianti dell’azienda sanitaria veneziana, ha ricordato che nel 2012 è stato registrato un aumento del 12,8% delle donazioni di cornea rispetto al 2011 e il primo trimestre del 2013 si è aperto con un altro significativo incremento del 7,2%. Sta aumentando anche il numero delle donazioni da viventi di vena safena, testa di femore e placenta.

«E’ un risultato molto importante – ha detto Veronesi – perché testimonia concretamente il diffondersi della cultura generosa e solidale di donare a chi soffre una parte di sé. Adesso la rete di approvvigionamento è attiva non solo negli ospedali ma anche sul territorio».

L’Ulss 12 è la più attiva della provincia veneziana per numero di donazioni. La dottoressa Maura Veronesi, responsabile del coordinamento trapianti dell’azienda sanitaria veneziana, ha ricordato che nel 2012 è stato registrato un aumento del 13% delle donazioni di cornea rispetto al 2011 e il primo trimestre del 2013 si è aperto con un altro significativo incremento del 7,2%. Sta aumentando anche il numero delle donazioni da viventi di vena safena, testa di femore e placenta.

«E’ un risultato molto importante – ha detto Veronesi – perché testimonia concretamente il diffondersi della cultura generosa e solidale di donare a chi soffre una parte di sé. Adesso la rete di approvvigionamento è attiva non solo negli ospedali ma anche sul territorio». Dalla metà  del 2012 ad oggi il Coordinamento trapianti ha realizzato importanti collaborazioni con le istituzioni per implementare il programma di donazioni delle cornee. Si è inoltre intensificata la collaborazione con l’hospice del centro Nazaret di Zelarino, coinvolgendo medici e infermieri della rete di cure palliative e i medici del servizio di Medicina legale. E’ stata attivata anche la collaborazione con l’hospice del Fatebenefratelli di Venezia, mentre dalla fine di febbraio 2013, con la riattivazione di 15 posti letto di hospice presso il Policlinico San Marco è ripresa l’attività  di donazione interrotta per più di un anno. Da metà  dicembre 2012 al Coordinamento trapianti dell’Ulss 12 arrivano le segnalazioni dei decessi dall’obitorio del cimitero, che consentono agli operatori di contattare tempestivamente le famiglie.

«Quello degli organi è un bisogno strettamente sanitario – ha sottolineato il vicesindaco di Venezia Sandro Simionato – che ha tuttavia bisogno di una risposta culturale: donare una parte di sé perché qualcun altro possa vivere o avere una vita migliore».

«Desidero ringraziare l’Aido e il nostro personale ospedaliero – ha detto il direttore generale dell’Ulss 12 Giuseppe Dal Ben – per il grande lavoro che svolgono nella nostra comunità . Questi risultati sono il frutto della sensibilità  delle famiglie e dell’impegno dei molti professionisti che si sono dedicati a questa importantissima e delicata missione. Di assoluta rilevanza è la rete della donazione che è stata costruita sul territorio per favorire la donazione: la connessione tra strutture diverse ci permette di dare una risposta di vita a un numero sempre maggiore di persone».

Raffaele Rosa
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[27/04/2013]


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Malore improvviso: muore a 52 anni mentre parla col collega

Malore improvviso mentre parla con un collega. Una circostanza apparentemente inoffensiva e priva di pericoli che però, in questo caso, non ha egualmente lasciato scampo alla vittima. Luca Cogno aveva 52 anni e venerdì mattina si è sentito male mentre stava conversando...

Processo del lavoro e prova per testimoni: la delicata posizione del collega-testimone

In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la...

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

Mestrino condannato per violenze sessuali alla bimba di 6 anni

Venezia. Un abominevole abuso ai danni di una bambina di sei anni. Le parole, la sentenza e le pene adeguate all’orrore di questo abominevole abuso, le assegnerà la Giustizia a colui che si stenta a chiamare uomo, colui che ha commesso reati...

“Mi sono trovata visitatori alle spalle in casa mia! Io grido e loro: ‘Ma non è tutto Biennale?’ “

L'articolo che avete pubblicato ieri sui turisti per la Biennale alla Celestia contiene un grande fondo di verità. Dopo averlo letto mi sono decisa a scrivervi per raccontarvi un fatto che mi è appena accaduto. Abito in una laterale di via Garibaldi,...

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

“So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Lettere

In risposta alla letterea: "Go fato ben a andar via (da Venezia) chea volta e no me dispiaxe proprio”. So venexian de aqua... nato nei anni cinquanta... abito in campagna a Mestre... sì, Mestre per i venexiani... se campagna... anca Mian e...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...