19 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Addio a prof dello Stefanini di Mestre, aveva solo 41 anni

Homemorte improvvisaAddio a prof dello Stefanini di Mestre, aveva solo 41 anni

Si spegne una speranza quando a morire è una giovane donna, un’insegnante che amava il suo lavoro, i suoi studenti, quel mondo che guarda il futuro attraverso gli occhi di giovani vite che si apprestano a cogliere nei loro docenti i semi da coltivare per il loro domani.
E lei di semi ne donava in abbondanza, perché il sapore dell’insegnamento era la sua passione, le piaceva trasferire il sapere, le interessava la vita dei giovani, nell’apprendimento e nel modo in cui crescevano.
Angela Braidotti, docente, insegnava matematica e fisica al Liceo Luigi Stefanini a Mestre, era molto apprezzata e amata dai suoi ragazzi, dalle famiglie e dai colleghi.
Aveva solo 41 anni e una grave malattia l’aveva colpita da tempo.

 

 

In quel tempo sospeso, forse due anni, Angela Braidotti, come ha scritto la preside del liceo Mirella Topazio su Face book, non si era fatta piegare dalla malattia, ha sempre trasmesso ottimismo, interesse per i suoi studenti, per la scuola, dalla quale ha attinto la forza per andare avanti, di lottare.
Stare nelle aule della scuola, condividere idee e progetti la faceva star bene, aumentava in lei la speranza di poter guarire e il rapporto con gli studenti, la loro vitalità, l’hanno certo incoraggiata, insieme alla solidarietà dei colleghi, a guardare al domani con fiducia, ad augurarsi di ristabilirsi da quella malattia tanto impietosa.
Neppure quella patologia aveva piegato l’entusiasmo per la vita, per il suo lavoro, che quest’anno aveva dovuto sospendere fin dalle prime lezioni e questa scelta obbligata le sarà costata moltissimo.
In ogni caso contava di ritornare tra i banchi a insegnare matematica e fisica e assaporare la vita dei giovani che le stavano accanto.
Li avrà tanto pensati durante l’ultima fase della malattia, con rimpianto e nostalgia.

 

 

Con i funerali che si svolgeranno martedì 13 luglio, alle 10, nella chiesa di Zelarino, con il cordoglio di quanti l’hanno conosciuta, accompagnata dall’affetto dei familiari, degli amici, dei colleghi, dagli studenti e dalla delicatezza dei fiori, finisce, anzi, termina in terra il cammino di una giovane esistenza che non voleva lasciare questo mondo, aveva ancora tanto da dire, da dare, da scambiare, da donare, dopo aver tanto dato.


Ora saranno quei semi della conoscenza, dell’affetto, dell’esempio positivo, che Angela Braidotti ha seminato, a crescere e maturare i frutti che la giovane docente ha consegnato agli studenti con le sue stesse mani.

Andreina Corso

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.