Acqua alta a Venezia, ancora 99cm e oggi si replica: è un nuovo record

ultimo aggiornamento: 09/06/2020 ore 07:28

801

acqua alta todaro san marco venezia nostra 640

Venezia, acqua alta che sfiora il metro anche venerdì sera. Si tratta di due eventi consecutivi, giovedì e venerdì, che segnano un altro record di quest’anno: mai così in estate nella storia.

E’ un’alta marea che stupisce a giugno. Con una punta di 99 centimetri raggiunta alle 22.30, ha toccato un piccolo primato nel 2020: mai infatti era accaduto nella storia che a giugno – mese del tutto inusuale per il fenomeno – l’acqua alta si presentasse per due giorni consecutivi con misure vicine o superiori al metro, com’era stato giovedì, con +116, e venerdì, con +99.

La conferma arriva dai tecnici del centro maree del Comune che poi spiegano come in mare aperto, l’ultima massima è stata addirittura superiore, di 104 centimetri.

Piazza San Marco – tra le zone più basse del centro storico – era già allagata quando ancora non faceva buio, così il fenomeno ‘acqua alta’ si è rivelato parallelamente un’attrattiva irresistibile per i turisti già arrivati in città, a caccia di foto e immagini di una Venezia unica anche per queste particolarità.

E oggi, sabato 6 giugno, il fenomeno potrebbe addirittura ripetersi, con una misura superiore al metro. Al momento il Centro Maree prevede una marea +105 cm. alle 23.25.

Nell’eventuale serie di ‘3 eventi consecutivi’ è proprio il terzo, quello di questa sera, che farebbe riflettere più di tutti: le previsioni di marea sono effettuate nella considerazione di una condizione meteo tutto sommato buona, non negativa come quella di giovedì che presentava delle condizioni atmosferiche che si sono andate ad aggiungere.

A determinare l’entità del fenomeno è infatti la somma della marea astronomica (le fasi lunari) al contributo meteo soprattutto in una situazione di bassa pressione con perturbazioni.

“Una situazione ideale per testare il Mose…” scrivono molti lettori, anche considerando la clemenza del tempo di questa sera. Tanto più che la recente prova di innalzamento delle paratoie è andata a buon fine. Ma non arrivano segnali in questo senso, in deviazione da quello che è il cronoprogramma fissato. Il Mose, secondo gli ultimi annunci, andrà in funzionamento a regime nel 2021.

Paolo Pradolin

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Paolo Pradolin
Giornalista e conduttore radiofonico, una lunga carriera trascorsa tra giornali e radio. Musica e teatro le sue passioni, con la sua Venezia sempre al primo posto di ogni avventura e esperienza

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here