Individuato straniero ricercato, era in un bed and breakfast di Marghera

Nella tarda mattinata di ieri, gli Agenti delle Volanti della Questura di Venezia scorgevano un uomo con un portafoglio e una borsa da donna in mano, mentre lo stesso era intento a digitare una sequenza sulla tastiera dello sportello bancomat annesso ad una filiale bancaria.
Gli Agenti invertivano immediatamente in senso di marcia, ma l’uomo, alla vista degli Operatori saliva in sella alla sua bicicletta, cercando di allontanarsi.

Gli Agenti riuscivano comunque fermare l’uomo che asseriva di aver trovato la borsa e il suo contenuto per terra. All’interno del portafoglio che l’uomo reggeva in mano vi erano i documenti di una donna di origine marocchina.

I poliziotti riuscivano a mettersi in contatto con la donna in questione, la quale riferiva che proprio pochi minuti prima aveva subito il furto della propria borsa in centro a Mestre: nella circostanza, la donna descriveva la borsa e il contenuto della stessa, che risultava essere identica a quella trovata in possesso dell’uomo, che veniva quindi identificato per Emukhvari Giga nato in Georgia nel 1980, senza fissa dimora ma con precedenti di Polizia a carico.

La signora veniva invitata presso gli Uffici della Questura per effettuare la denuncia di furto e per la contestuale restituzione del maltolto.

Il soggetto fermato, in considerazione anche ai numerosi precedenti di Polizia in materia di reati contro il patrimonio, veniva tratto in arresto in flagranza di reato per l’utilizzo fraudolento delle carte bancomat e denunciato per il furto con destrezza della borsa e del suo contenuto.

SHARE
Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here