COMMENTA QUESTO FATTO
 

Si torna in campo, qualcuno ancora col pandoro sullo stomaco

Ennesima sconfitta interna del Novara, che cede anche al Venezia col punteggio di 1-3. E’ la
nona battuta d’arresto casalinga per i piemontesi, sempre più a rischio di retrocessione.

Le cose si erano messe bene per il Novara, che al 17′ del primo tempo era passato in vantaggio con un gol di Casarini (il primo dopo un anno e tre mesi), complice una mezza papera di Audero. Ma al 43′ il Venezia ha pareggiato con un colpo di testa di Marsura.

Nella ripresa il Novara ha continuato nella sua manovra lenta, senza creare pericoli per la porta di Audero e il Venezia, con una giocata in velocità di Falzerano, ha mandato al tiro da centro area Bruscagin per il gol del 2-1. Poi, in contropiede, è arrivato il 3-1, sempre di Marsura.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here