Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
10.1C
Venezia
domenica 07 Marzo 2021
HomeNotizie VenetoUtero in affitto diventi reato, mozione lista Tosi in Regione Veneto

Utero in affitto diventi reato, mozione lista Tosi in Regione Veneto

Utero in affitto diventi reato, mozione lista Tosi in Regione Veneto

“La Regione del Veneto si attivi presso lo Stato e L’Europa per istituire il reato dell’utero in affitto a livello internazionale” è il titolo della mozione dei consiglieri tosiani presentata questa mattina.

“In questi giorni il Senato ha approvato la fiducia sul maxiemendamento interamente sostitutivo del testo del Ddl sulle Unioni civili – spiegano i tosiani – la norma sulla ‘stepchild adoption’ è stata stralciata salvando la parte che fornisce alle coppie gay un paracadute sulle adozioni, lasciando ai giudici la facoltà di decidere i casi in cui ammettere l’adozione agli omosessuali del “figlio del partner”. Il dibattito sulle adozioni è ancora in corso e rischia di aprire la porta all’Utero in affitto, una pratica inumana già utilizzata in altri paesi come ad esempio il Bangladesh, Thailandia, Cina, Grecia, Russia, Ucraina Spagna, Regno Unito, Canada e alcun stati Usa. L’utero in affitto è un reato che deve essere punito specificamente come delitto – proseguono i consiglieri – perché gli esseri umani non possono essere considerati oggetti in alcun modo, e i bambini non possono essere ritenuti “merce” di compravendita”.

La mozione dei tosiani è stata depositata oggi e impegna la Giunta regionale:
“Ad attivarsi presso il Governo e l’Europa perché l’utero in affitto venga introdotto come REATO a livello nazionale ed internazionale. Nessun essere umano può essere ridotto ad oggetto, base fondamentale della stessa civiltà europea. Chiediamo alla Giunta Regionale di farsi portavoce a Roma e presso le istituzioni europee perché la maternità surrogata venga dichiarata illegale a livello globale”.

Stefano Casali ha dichiarato: “In tanti si sono schierati contro l’utero in affitto, noi vogliamo intraprendere un’azione non solo a parole, per questo sottoscriviamo e depositiamo una mozione che metta al bando questo abominio. L’utero in affitto deve essere inserito tra i reati più gravi, essere considerato un delitto: sfrutta il corpo delle donne per nove mesi facendo leva sulla necessità di denaro. Il limite di un desiderio o capriccio deve essere quello della tutela e dei diritti del minore. Il figlio “comprato” di Vendola è orfano di madre ed è una bieca forma di egoismo. Fortunatamente le forze parlamentari si sono espresse, ora siamo curiosi di vedere chi voterà la nostra mozione in Consiglio Regionale e in Parlamento. Creare dei “diritti” significa non ucciderne di più significativi ed oggi per la Legge è più facile “comprare” un bambino che adottarne uno”.

“Siamo contro l’apertura di un grande “supermercato mondiale” di esseri umani. Non dobbiamo guardare ad altri Stati, a cosa è legale lì, in Italia vi è un’etica secondo la quale sono state fondate le Leggi italiane. Oggi con questa mozione iniziamo un percorso perché l’utero in affitto venga considerato un reato, deterrente per questa pratica inumana. Inoltre, queste pratiche metterebbero in secondo piano le classiche adozioni, perché se i genitori possono “scegliersi il bambino” e comprarselo su misura, le adozioni diminuiranno, con tutti gli orfani bisognosi che oggi come oggi hanno bisogno di una casa e una famiglia” ha commentato Andrea Bassi.

“Paragoniamo l’utero in affitto alla tratta di bambini per quanto riguarda l’asportazione degli organi. Questo è un aberrante sistema egoistico legato all’interesse del singolo che non ha a cuore la vita. Con questa mozione vogliamo ridare alla politica la forza di decidere su una questione etica importante dato che ha passato la “palla” alla discrezionalità della magistratura” è il parere di Maurizio Conte.

“Parlo da donna: ma dove sono le femministe davanti all’utero in affitto? Questa pratica è una strumentalizzazione del corpo femminile che non rispetta le donne, dov’è finita la dignità del corpo? Sono cattolica e considero i figli il frutto di un rapporto affettivo e non del puro egoismo, mi chiedo come potrà crescere il figlio di Vendola, al pari di quelli delle “madri surrogate”: tra qualche anno questo bambino si chiederà dov’è la sua mamma che per soldi è stata disposta a farlo nascere e poi è sparita. Quale crescita psichica possono avere questi bambini?” ha invece dichiarato Giovanna Negro.

02/03/2016

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Jesolo, fotografo della discoteca nei guai: ragazze finivano escort

Jesolo, un fotografo 64enne, è finito nei guai per un'indagine sulla prostituzione. Secondo le accuse sarebbe un caso di adescamento al fine di reclutare...

C’è secca, dall’Adige spunta un’automobile con dentro un cadavere

C'era un cadavere all'interno della carcassa di un'automobile riemersa venerdì pomeriggio dal fiume Adige, parzialmente in secca, a Boara Polesine, nel rodigino. La vettura...

Accuse violenza sessuale a Filippo Roncato, in rete molti contro la 15enne

Accuse di violenza sessuale a Filippo Roncato: il popolo del web (e degli amici del giovane) si scatena. A prescindere dal risultato delle indagini che...
spot

Dimagrire con il bisturi a Mestre si può, all' Ospedale dell' Angelo

Si chiama chirurgia bariatrica (dal greco: peso, grasso) ed è una specialità recente, che ha avuto un rapido sviluppo negli ultimi...

Brugnaro spegne le Ztl di Mestre: “Stop oppressione commerciale”

La Giunta Bugnaro ha deciso, stop alle telecamere e alle Ztl in centro a Mestre da venerdì 14 aprile fino al 31 luglio prossimo....

Coronarivus, due ricoverati all’ospedale di Venezia

Coronarivus, la situazione per bocca del governatore del Veneto, Luca Zaia, alle ore 11.20 di questa mattina, domenica 23 febbraio: "La cattiva notizia è...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

ACCOLTELLAMENTO CLAUDIO DEL MONACO | La moglie non è responsabile

Daniela Werner Herrmann non è responsabile per aver ripetutamente accoltellato suo marito Claudio Del Monaco. Il marito, ricordiamo, si è salvato scappando per strada...

Chiesti 11 anni per le tre maestre accusate di violenze ai bambini

Il pm di Palermo Ilaria De Somma ha chiesto la condanna a tre anni e otto mesi per Vita Fuoco, a tre anni e...

La crisi dell’economia con gli occhi di Platone. Di Apostolos Apostolou

La filosofia della scienza economica è disciplina quasi giovane, ma di crescente successo. Molti capitoli fondamentali della filosofia della scienza economica sono la trattazione...
spot

Le anime dei defunti non ci parlano

Con sempre maggiore frequenza la trasmissione Mistero sta ospitando sensitivi, medium, “ghostbuster” e operatori dell’occulto. In ogni puntata viene fatto credere che le anime...

Antenna e ripetitori Vodafone a Burano con i carabinieri antisommossa

I residenti dell'isola di Burano avevano, nei giorni scorsi, provato con tutti i metodi civili e democratici ad opporsi all'installazione della nuova antenna 4G:...

Lettera di un veneziano: sono un residente di via Garibaldi a Castello, vorrei spiegare come stanno le cose…

Gentile Direttore, gentili cronisti, sono un residente di via Garibaldi a Castello, e continuo a vedere girare su Facebook immagini e commenti critici sui movimenti che...