venerdì 21 Gennaio 2022
1 C
Venezia

Totti, il campione se ne va in silenzio, il buon giocatore no

HomeCalcioTotti, il campione se ne va in silenzio, il buon giocatore no

Totti, il campione se ne va in silenzio, il buon giocatore no

Io sto con Totti, io sto con Spalletti. E’ questo il tormentone calcistico della settimana, problema esistenziale dei tifosi italiani. Perché per i romanisti c’è poco da pensare: Totti a prescindere.

Ed invece no, ha ragione Spalletti da vendere e quando i tifosi giallorossi metteranno la ragione e il tifo prima del cuore, capiranno quanto l’addio di Totti sia una boccata d’aria fresca per il club. Il talento, la bandiera, il simbolo, l’idolo ma anche un punto fermo intoccabile che ha fatto il bello e il cattivo tempo sul campo e nello spogliatoio. Chi osava metterlo in discussione era finito. Cari i miei tifosi, i veri tifosi sostengono la squadra, non il singolo elemento.

Per vent’anni invece Francesco Totti veniva prima del bene del Club, non a caso in vent’anni si è vinto solamente sotto la guida di Fabio Capello. L’unico con degli attributi abbastanza grandi da riuscire a farsi rispettare. Tutti gli altri allenatori hanno pagato dazio, fallendo miseramente; epico l’allontanamento di Luigi Del Neri perché faceva correre “troppo” in allenamento.

La verità è molto semplice, Francesco Totti non ha ancora accettato il fatto che prima o poi deve dire addio al mondo del pallone. Non si è forse mai visto oltre i campi di calcio. Per questo le sue panchine stanno suscitando tanto clamore, in questo non è paragonabile ai campioni come Baggio o Del Piero. Giocatori con talento maggiore che se ne sono andati senza tanto clamore, perché hanno capito il momento in cui la grande squadra non aveva più bisogno di loro. Certamente Spalletti non è stato “delicato” nella sua prima intervista ma proprio per questo la risposta del calciatore non doveva avvenire a mezzo stampa. Inoltre alla soglia dei quarant’anni cosa pretendi? Il capitano giallorosso deve crescere e decidere cosa vuole fare da grande.

Nel frattempo con la guida di Spalletti la squadra ha cominciato davvero ad ingranare e i risultati si susseguono a ripetizione. La sfida per il terzo posto è davvero entusiasmante: Roma, Inter, Fiorentina e ora anche il Milan, si sfideranno probabilmente fino all’ultima giornata per il piazzamento Champions League.

Ed è proprio la squadra rossonera la sorpresa dell’ultimo periodo, lo testimonia anche l’ottimo pareggio in casa del Napoli. Un risultato che fino a qualche mese fa era impensabile, ora invece i rossoneri sono diventati una mina vagante che può decidere le sorti del campionato. In zona retrocessione tutti stanno perdendo colpi, in primis la Sampdoria.

Incapace di vincere, per colpa di un presidente che ha distrutto una squadra che con Walter Zenga si stava tranquillamente salvando. Incommentabile la situazione di Palermo, dove Zamparini richiama Iachini e ne prende cinque dalla Roma. Se i rosanero retrocederanno sarà solo colpa della dirigenza. L’Udinese è dal 6 gennaio che non conosce la gioia della vittoria e domenica la sfida con l’Hellas Verona è una tappa fondamentale per il proseguimento del campionato.

Nella zona calda solo i gialloblu e il Genoa hanno vinto ed ora, per quanto difficile, proprio gli scaligeri sono rientrati in corsa. Sette punti dal quest ultimo posto sono un’impresa titanica, praticamente impossibile ma un calendario che prevede ancora molti scontri diretti da speranza.

Carpi, Sampdoria, Udinese, Frosinone e Palermo. Cinque sfide da vincere.

Mattia Cagalli
24/02/2016

(cod tottispa)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

A Venezia barche solidali (e molti taxi) contro l’obbligo di GP a bordo

A Venezia le barche solidali trasportano gli isolani che non possono salire sui mezzi pubblici. “Aiutiamoci”, e una barca solidale parte dalla Palanca alla Giudecca e attraversa il Canale. Il porto sono le Zattere e i viaggiatori sono persone non vaccinate...

Ecco cosa si prova ad andar via dalla Venezia in cui si è nati. “Le lacrime durante il trasloco”. Lettere

In risposta alla lettera: “Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Di G.A. & D. Pugiotto La marsaria Quela matina del febraro sesantaoto Xe ga Liga la barca del Mario in fondamenta, e col careto del osto, che spussa de...

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

Niente vaporetti senza GP: “La situazione qui a Burano è tragica”. Lettere

Con riferimento all'articolo "Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv", riceviamo e pubblichiamo. La situazione nell’isola di Burano è tragica!! Una parte degli isolani è letteralmente sequestrata in isola. Non è possibile fare un tampone...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

“Venezia ‘Non è ecologica’, si può tranquillamente morire di smog”. Di Michele De Col (*)

Ancora una volta Venezia viene estromessa da qualunque provvedimento contro lo smog : natanti e navi possono continuare ad inquinare nonostante i valori ambientali siano spesso peggiori della terraferma! Chi tutela la salute di veneziani e ospiti in centro storico? Nessuno !

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...