Scippo in pieno giorno, sfilata la borsa ad una signora anziana

ultimo aggiornamento: 05/01/2015 ore 20:38

189

scippo a venezia a signora anziana

Gli scippi sono arrivati a Venezia. Tristemente frequenti i borseggi, tanto da non fare quasi più notizia, vuoi perchè spesso le denunce servono solo per rifare i documenti, vuoi perchè quando vengono presi i responsabili dopo poco sono di nuovo a piede libero, i ladri di portafogli si stanno evolvendo in scippatori.
Dopo il caso di Mestre di un paio di giorni fa, l’ultimo episodio in pieno pomeriggio ieri in città, in Strada Nuova.

Poco dopo le 16 una signora anziana, A.F. sta camminando nel tratto che va dai SS. Apostoli a Santa Sofia guardando le bancarelle, quando improvvisamente sente una spinta alle spalle che, fortunatamente, non la fa cadere a terra. Questione di un attimo: istintivamente la signora allarga il braccio per mantenere l’equilibrio e una mano ignota le sfila i manici della borsa dall’avambraccio con mossa fulminea.


Quel secondo o due che servono alla signora a riprendersi dall’urto e a girarsi, sono bastati al responsabile dello scippo a passare la borsa al complice che se la fila via, tanto che quando A.F. si volta vede alle sue spalle due giovani donne – verosimilmente di etnia rom – responsabili della spinta, allontanarsi immediatamente da lei fingendo di rivolgere la loro attenzione alla merce esposta del banchetto.

“La mia borsa…”, “Non ho più la borsa…” dice la signora frastornata. Il proprietario della bancarella esce dalla sua postazione e si mette a cercarla, pensando che sia caduta. Pochi secondi per capire l’accaduto mentre le due si dileguavano al contrario della gente che si avvicinava.

Alla povera donna non restava che presentare denuncia ai carabinieri della stazione di Cannaregio, dove, grazie alla professionalità e alla sensibilità del Mar. Cuffaro e dei suoi uomini, veniva data assistenza prima di tutto personale alla signora veramente molto scossa per l’accaduto, e poi professionale diramando istantaneamente un dispaccio a tutte le pattuglie dell’avvenuto furto che dava fortunatamente i suoi frutti: militari in servizio in zona San Marco scorgevano dopo poco la borsa abbandonata che veniva, così, restituita alla proprietaria completa di tutto ad eccezione del denaro.


Il danno alla fine, non consiste tanto nel furto di quei 60-70 euro che la donna aveva nel portafoglio (nonostante si tratti di una pensionata da 670 euro al mese) quanto nella consapevolezza che questo genere di aggressioni alle persone anziane provocano spesso cadute con conseguenze a volte anche fatali alle vittime, oltre alla triste constatazione che gli scippi non erano reato di cui si sentiva parlare a Venezia fino a poco tempo fa.

Paolo Pradolin

[04/01/2015]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here