13 C
Venezia
giovedì 28 Ottobre 2021

Cade e batte la testa, in coma signore residente al Lido di Venezia

HomeLido di VeneziaCade e batte la testa, in coma signore residente al Lido di Venezia

Argomenti dell'articolo
→ Residente a Lido in rianimazione → Caduta accidentale → Lido di Venezia → Lidense caduto
lettura: un minuto circa

Un uomo, residente a Lido, è ricoverato in prognosi riservata all’Ospedale dell’Angelo di Mestre.
Una sfortunata disgrazia è all’origine del ricovero.
L’uomo, un 85enne molto conosciuto nell’isola, è sceso dalla sua auto per pochi attimi per fare un prelievo al bancomat del Gran Viale S. M. Elisabetta.
Dopo aver parcheggiato e dopo aver compiuto pochi passi è caduto rovinosamente a terra.
Come sempre in questi casi, non è chiaro se la persona abbia avuto un malore che ne ha causato la caduta, oppure se si sia trattato di una caduta accidentale, forse di un inciampo, che ha provocato i danni maggiori.
L’unica cosa certa è che in quelle ore faceva molto caldo.
Sfortunatamente l’uomo, cadendo, avrebbe sbattuto la testa contro il selciato in maniera molto forte e questo è risultato il problema più grave.

L’85enne è ora ricoverato in rianimazione dell’ospedale dell’Angelo di Mestre, dove viene mantenuto, in prognosi riservata, in coma farmacologico.
E’ già stato sottoposto a intervento chirurgico per la riduzione dell’edema cerebrale.
I soccorsi, al momento dell’incidente, sono stati immediati. Subito accorsi alcuni passanti, è stata fatta intervenire l’autoambulanza del Punto di Primo Intervento dell’ex Ospedale al Mare.
Poi il trasferimento all’Ospedale Civile di Venezia, dove pare ci sia stato un aggravamento delle condizioni, tanto che il Pronto soccorso ha deciso il trasferimento a Mestre.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements