domenica 16 Gennaio 2022
2.4 C
Venezia

La protesta a Venezia: via le mascherine e: “Libertà, libertà…”

HomeLa ProtestaLa protesta a Venezia: via le mascherine e: "Libertà, libertà..."

La protesta a Venezia: via le mascherine e: "Libertà, libertà..."

La protesta arriva a Venezia con qualche ora di ritardo rispetto alle altre grandi città e a Mestre.
La protesta è essenzialmente contro l’ultimo Dpcm ma spesso viene connaturata anche contro altre componenti in corso d’opera.
Venezia oggi ha però visto i manifestanti togliersi le mascherine e sventolarle in aria a mo’ di bandierine in un regime, ovviamente, di assembramento totale.

Erano circa 400 le persone che questa mattina hanno inscenato una manifestazione di protesta sul ponte di Rialto, a Venezia, partendo da motivazioni contro le misure del Dpcm per continuare al mancato sostegno delle attività penalizzate per terminare alla mancata garanzia del lavoro.
A partecipare sono stati in particolare commercianti, pubblici esercenti, titolari di palestre e di attività penalizzate dagli ultimi provvedimenti.
Dapprima saliti sulla rampa centrale del ponte, i manifestanti

hanno srotolato uno striscione ed esposto cartelli contro il Governo annunciando la “morte di Venezia”.
Il corteo si è quindi recato sotto la sede del Comune di Venezia, a Ca’ Farsetti, dove sono stati scanditi slogan chiedendo un incontro con il sindaco, Luigi Brugnaro.

Il momento ‘più caldo’ della protesta è stato quando, al grido di “Libertà, libertà” i manifestanti si sono tolti ognuno la propria mascherina facendola mulinare in aria, restando a viso scoperto.

Di tutta la protesta odierna questo è il fatto più eclatante che sta avendo la più vasta eco nei social e nei gruppi.
Non sono in pochi a ritenere il gesto di restare vicini senza mascherine urlando slogan una deliberata inosservanza della legge e il fatto di aver compiuto deliberatamente un atto contro la salute pubblica.

E’ stato il momento più ‘ad alta tensione’ della protesta. Le persone, dopo aver presidiato il ponte, issando cartelli con la scritta “Venezia muore”, si sono diretti a Ca’ Farsetti, sede del Comune.
E’ stato qui, in prossimità di Cà Farsetti, che gran parte del gruppo ha tolto la mascherina scandendo slogan per lunghi minuti.

“I comportamenti negazionisti vanno condannati in primis per tutelare la salute pubblica – ha commentato Monica Sambo, consigliera municipale democratica – lo dobbiamo a chi purtroppo non ce l’ha fatta, a chi malato sta lottando contro questo terribile virus, ma anche a tutti quei lavoratori che da mesi operano incessantemente con enormi rischi”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

3 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Possibile che in Italia non si capisce che i gesti, anche si protesta, sono sì importanti ma per essere autorevoli e credibili devono essere fatti in un modo diverso?

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

Reliquie Santa Lucia da Venezia alla Sicilia con assistenza della Polizia

Santa Lucia da Venezia alla Sicilia Domenica 14 dicembre, la Polizia di Stato accompagnerà “Santa Lucia” nel suo prossimo viaggio in Sicilia. Alle 7:30 del mattino le spoglie della Santa saranno portate, con imbarcazioni della Polizia di Stato, dalla basilica dei Santi Geremia...

Dottoressa Maria Elena De Bellis sospesa per no al vaccino: 1500 assistiti devono cambiare medico

Dottoressa Maria Elena De Bellis, una professionista stimata alla quale i suoi 1500 assistiti si sono sempre affidati con fiducia. Sarà difficile per i suoi pazienti rinunciare a un rapporto solido e rassicurante, instaurato in un tempo di reciproco affidamento. Eppure quell’ambulatorio...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

“Io, sfrattata da Venezia, ho voluto a tutti i costi tornarci ed è stato un incubo”. Lettere

In risposta alla lettera “So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Venezia... Io ci sono nata 60 anni fa e sono dovuta scappare a 15 anni con tutta la famiglia perché già a quei tempi per...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".