venerdì 21 Gennaio 2022
-0.4 C
Venezia

PRETE RICATTATO PER IMMAGINI NEL PC

HomeRegione VenetoPRETE RICATTATO PER IMMAGINI NEL PC

NOTIZIE MESTRE | I particolari della torbida vicenda stanno uscendo piano. Si apprende ora che non sarebbe stata la prima volta che al sacerdote veniva estorto del denaro per non andare a dire a tutti che nel pc della canonica c'era il frutto di 'alcuni siti particolari', tanto che i due malintenzionati avevano prodotto anche un backup con le 'prove'. Solo che questa volta la cifra era troppo consistente, la coppia di ricattatori aveva chiesto 20.000 euro, e in quel preciso momento il parroco aveva anche capito che la faccenda non sarebbe mai finita, così si è rivoltoalla Guardia di Finanza di Mirano.

Di fronte ai finanzieri il prelato ha dovuto raccontare tutta la storia fin dall'inizio: «E' la terza volta che quest'uomo mi vuole estorcere del denaro». Così ha raccontato il sacerdote dell'hinterland mestrino che la scorsa settimana ha fatto arrestare M.C., 41enne, e la cognata M.G. per estorsione.
La storia era cominciata addirittura a fine 2011, quando l'uomo si era presentato in canonica chiedendo 5 mila euro per non rivelare che, in quel pc che gli era stato rubato qualche tempo prima, il prete custodiva immagini e video pornografici. La vittima aveva deciso di pagare e il computer gli era stato restituito.
Qualche mese più tardi però il ricattatore era tornato alla carica, dicendo che aveva copiato il contenuto del computer su una chiavetta Usb e dunque aveva ancora la possibilità  di svergognarlo se non gli avesse dato altri soldi. «Ho pagato perché speravo di chiudere questa storia», avrebbe spiegato il prete, ammettendo di aver navigato in siti un po' equivoci, ma per «motivi di lavoro», cioè preparare degli incontri tra fidanzati sulla sessualità .

Infine si è arrivati alla scorsa settimana, con la terza richiesta di denaro: 20 mila euro. Questa volta però l'estorsore non ha agito in prima persona, ma ha coinvolto la cognata, che giovedì scorso è stata arrestata con 200 euro in mano, appena consegnati dalla vittima, che aveva organizzato tutto con le fiamme gialle.

Redazione
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[23/04/2013]


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

Niente vaporetti senza GP: “La situazione qui a Burano è tragica”. Lettere

Con riferimento all'articolo "Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv", riceviamo e pubblichiamo. La situazione nell’isola di Burano è tragica!! Una parte degli isolani è letteralmente sequestrata in isola. Non è possibile fare un tampone...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Marinaio ‘sprezzante’, alterco in motoscafo Actv

E' ormai un quarto alle 8 e alla fermata di San Pietro di Castello non si vede ancora all'orizzonte il motoscafo Actv con direzione Fondamente Nove, quello che porta i dipendenti dell'Ospedale Civile a lavorare (7,39 sul tabellone). "Passano altri cinque, dieci,...

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

“Cucina veneziana? Bangladesh. Negozi? Cinesi. Ma quale nostra ‘economia fiorente’ del turismo?”. Lettere

In risposta alla lettera: “Nessun veneziano che conosco tornerebbe a vivere a Venezia”. Ristoranti con cucina veneziana? Cuochi e camerieri Bangladesh. Negozi souvenir? Ancora Bangladesh e/o cinesi. Commesse attività commerciali? Ragazze dell’est Europa, e per piacere non ditemi che i nostri...

Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv

Laddove non si convince, si scatena la creatività e il far da sé. Barche private, iniziative dovunque, social scatenati, soprattutto tra chi vive nelle isole e deve recarsi al lavoro o accompagnare i figli a scuola: ognuno si organizza a modo...