21.7 C
Venezia
sabato 25 Settembre 2021

Nadal e Djokovic continuano a dominare

HomeAltri SportNadal e Djokovic continuano a dominare

Il tennis moderno è uno dei pochi sport nei quali i dominatori degli ultimi anni sono sempre stati gli stessi giocatori. Questo perché, essendo una disciplina individuale, vede imporsi alla lunga non solo i più talentuosi ma anche e soprattutto coloro che riescono a reggere al meglio la pressione e sono i più esigenti in assoluto con loro stessi. In questo panorama, dunque, non sorprende che nelle ultime annate Rafael Nadal e Novak Djokovic si siano spartiti non solo il prestigio ma anche le vittorie dei principali tornei, come ad esempio il celebre US Open, che si disputa a New York, nel quale lo spagnolo si è imposto in quattro occasioni e il serbo in tre nell’ultimo decennio. Rispettivamente nati nel 1986 e nel 1987, i due sembrano avere ancora in corpo la forza e la motivazione necessarie per continuare a dominare la scena per qualche anno ancora.

racchetta campo da tennis net fee pixabay 540
Campo da tennis, racchetta e pallina. Credits: Pixabay

Adesso che Roger Federer, per molti il più grande tennista della storia, sta lentamente abdicando anche per una questione d’età, il nativo di Maiorca e il nativo di Belgrado si stanno contendendo la cima della classifica ATP, l’ente mondiale che organizza i tornei di tennis maschili. Non a caso in questo momento Djokovic si trova al numero uno e Nadal occupa il secondo posto della suddetta graduatoria, come a rivendicare la loro preponderanza assoluta nell’era del tennis moderno. E così, mentre i prossimi mesi saranno volti soprattutto a preparare il prossimo Australian Open, torneo nel quale il serbo è il gran favorito alla vittoria secondo le principali scommesse sul tennis, i due dominatori di questo sport cercheranno di rilassarsi nel migliore dei modi presso le loro abitazioni. Da un lato Nadal svernerà nella sua amata Maiorca, isola soleggiata nella quale si diletta anche giocando a golf, mentre Djokovic resterà nella sua Belgrado tra eventi sociali e benefici e altre attività di distrazione. L’obiettivo di entrambi, tuttavia, è quello di arrivare al meglio al 2021, con tutte le aspettative del caso. Al di là della preparazione per il torneo australiano, da sempre il preferito del serbo, che detiene il record assoluto di otto vittorie all’Arthur Ashe di Melbourne, la stagione che avrà inizio a gennaio prossimo potrebbe essere decisiva, soprattutto per lo spagnolo.

Questo perché, dopo aver eguagliato il record di vittorie in uno Slam di Federer, Nadal vuole superare lo svizzero in questa speciale graduatoria. La vittoria nella finale dell’ultimo Roland Garros proprio contro Djokovic ha catapultato lo spagnolo in un’altra dimensione, ma ha anche alimentato le voglie di rivalsa dello jugoslavo, il quale vorrà ripartire subito alla grande proprio dall’Australia, terra dove è abituato a trionfare, come dimostrano le ultime due vittorie di seguito in Oceania. La rivalità tra i due, che è iniziata con il loro primo scontro nell’anno 2006, è una delle più accese del tennis mondiale e quella con più confronti (56 in totale), ed è giustificata non solo dai loro titoli ma anche dall’equilibrio nei loro confronti. Se ci riferiamo alle statistiche attuali, infatti, vediamo come in questo momento il serbo sia in vantaggio per 29 trionfi a 27. In questo computo fanno la differenza le 18 vittorie a sette di Nadal sulla terra rossa e le 20 vittorie di Djokovic sul cemento, mentre sull’erba il bilancio è di 2 a 2.

In generale, dunque, si tratta di un duello continuo che farà parlare molto di sé anche nell’anno che verrà, un anno nel quale Rafa cercherà di superare Federer in quanto a Slam vinti e Nole proverà ad avvicinarsi a i due più grandi vincenti di sempre, che in questo momento distano solamente tre lunghezze.

Combattivo e maestro di abnegazione lo spagnolo, tecnico e intelligente il serbo, i due dominatori del tennis mondiale di oggi non hanno alcuna intenzione di abdicare. 

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor