7.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

Mere Õie Kalle firma le copie dei suoi libri alla Libreria Acqua Alta di Venezia

HomeAppuntamentoMere Õie Kalle firma le copie dei suoi libri alla Libreria Acqua Alta di Venezia
la notizia dopo la pubblicità

Firmacopie con la giovane scrittrice Mere Õie Kalle alla Libreria Acqua Alta di Venezia. L’appuntamento è per giovedì.
Giovedì 9 settembre dalle 14.30 alle 18:30, infatti, la Libreria Acqua Alta ospiterà la giovane scrittrice estone Mere Õie Kalle per il firmacopie dei suoi due romanzi fantasy, “La pietra di Conohiil. In cerca delle domande giuste” e “Sierf. Le regole cambiano”, entrambi editi da Planet Book.
Mere ha quasi tredici anni, e con la famiglia si è trasferita in Italia tre anni fa.
Nata non vedente, ora ha acquisito il 30% della vista per un occhio e il 3% per l’altro.
Nonostante i problemi di vista, ama scrivere poesie e racconti, e leggere molto.
Ama anche viaggiare con la fantasia ed è molto talentuosa; sa creare storie originali, complesse, con personaggi accattivanti e mai banali.
È un’autrice fantasy molto promettente e sensibile.

La pietra di Conohiil. In cerca delle domande giuste
L’arcipelago di Conohiiglia, creato dal drago Conohiil, nasconde in sé segreti, pericoli e misteri conosciuti solo da pochi tra uomini, piante e animali. Una ragazza coraggiosa, Her, il suo piccolo animale, Tig, e l’enigmatico Renn, intraprendono un viaggio alla scoperta di questo meraviglioso e sorprendente mondo, alla ricerca delle domande giuste, e non delle risposte che tanto avrebbero da svelare sulla loro vera natura e sul significato delle loro vite. Un’avventura magica da leggere tutta d’un fiato, che insegna l’importanza della vera amicizia e delle radici da cui ciascuno di noi proviene.


Sierf. Le regole cambiano

Elisa è nata cieca e scandisce le sue giornate tra la scuola, dove viene quotidianamente esclusa e bullizzata dai compagni di classe, e le attività ricreative con Matheo, Mirco e Anabel, i suoi amici, anche loro speciali perché portatori di handicap. Il solo momento in cui riesce a vedere è di notte, durante il sonno. Ad attenderla nei sogni è il magico mondo di Sierf, le cui avventure – tra draghi, elfi, fenici e unicorni – la renderanno ancora più consapevole della forza che ha dentro di sé e delle possibilità che si celano dietro ai suoi (apparenti) limiti fisici. Romanzo di un’autrice tanto giovane quanto consapevole e fantasiosa, “Sierf – Le regole cambiano” è capace di instillare nel lettore il messaggio di quanto sia importante accettarsi per come si è, impegnandosi per vedere il mondo e gli altri sempre a colori.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

“Venezia ‘Non è ecologica’, si può tranquillamente morire di smog”. Di Michele De Col (*)

Ancora una volta Venezia viene estromessa da qualunque provvedimento contro lo smog : natanti e navi possono continuare ad inquinare nonostante i valori ambientali siano spesso peggiori della terraferma! Chi tutela la salute di veneziani e ospiti in centro storico? Nessuno !

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

Reliquie Santa Lucia da Venezia alla Sicilia con assistenza della Polizia

Santa Lucia da Venezia alla Sicilia Domenica 14 dicembre, la Polizia di Stato accompagnerà “Santa Lucia” nel suo prossimo viaggio in Sicilia. Alle 7:30 del mattino le spoglie della Santa saranno portate, con imbarcazioni della Polizia di Stato, dalla basilica dei Santi Geremia...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...