lunedì 17 Gennaio 2022
2.6 C
Venezia

Ladri scatenati. Ancora colpi a Zelarino e Carpenedo

HomefurtiLadri scatenati. Ancora colpi a Zelarino e Carpenedo

Ritornano i ladri, sempre più audaci e specializzati in furti.
E ritorna la paura e la minaccia di essere derubati, di sapere che mentre dormiamo o siamo fuori casa, i ladri possono entrare nelle nostre abitazioni, senza far rumore, forti delle conoscenze e dell’esperienza ‘esercitata’ che permette loro di agire indisturbati.
Abili nel disattivare tutti i sistemi di allarme e di videosorveglianza, fanno razzia a loro piacimento, talvolta il bottino è ingente e soddisfa pienamente l’audacia dei ladri.
Talvolta entrano in casa di notte dopo aver forzato una finestra, come è successo in un’abitazione in via Pleiadi a Zelarino.
I ladri hanno agito mentre i proprietari dormivano e sono usciti indisturbati con una valigetta che conteneva 40mila euro in contanti che il proprietario, una volta rientrato a casa, aveva appoggiato sul tavolo del suo studio.

Un colpo grosso, ma mai come quello commesso in una villa di Carpenedo, dove i malviventi si sono appropriati di gioielli, preziosi e denaro contante che i proprietari hanno stimato del valore di oltre 500mila euro.
La famiglia era appena rientrata dalle vacanze estive e il brutto risveglio ha mostrato loro la dinamica della razzia.
Casseforti forzate con le sbarre e svuotate di gioielli antichi, alcuni dei quali, appartenuti a una nobile famiglia veneziana.
Alle due famiglie derubate, è rimasta l’unica possibilità di chiamare la polizia e di cercare di rimettere in ordine la propria casa violata e messa a soqquadro.
Chi ha subito un furto, sa che cosa significhi tornare a casa e trovare un disordine inimmaginabile, tutto a terra, cassetti rovesciati e una sensazione di malessere e di miseria. C’è tutto da ripulire, rimettere in ordine, lavare. Un’ingerenza fisica e morale difficile da dimenticare, un’esperienza terribile.

Ora gli inquirenti, che stanno cercando di studiare la dinamica dei furti (e che raccomandano cautela e attenzione nel chiudere a chiave la porta di casa, sempre, quando si esce e di accertarsi che gli infissi e le porte delle terrazze siano chiuse accuratamente), stanno cercando indizi e eventuali testimonianze.

La polizia scientifica sta compiendo i consueti rilievi che potrebbero evidenziare qualche traccia capace di individuare un percorso mirato di ricerca.
Vanno rinforzati, raccomanda, la polizia, anche i sistemi di allarme e di videosorveglianza che i ladri hanno dimostrato di conoscere bene, di saper usare con padronanza, nonostante si tratti di strumenti sofisticati e giudicati di massima sicurezza e prevenzione.

Andreina Corso

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Andreina Corso
Cittadina 'storica' di Venezia, si occupa della città e della sua cronaca. Cura gli approfondimenti, è giornalista, insegnante, autrice letteraria, poetessa.

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

“I televirologi che ci avevano promesso l’immunità col vaccino…”. Lettere

Dal mese di dicembre, televirologi, burocratici della sanità pubblica e chi ha fatto del virus misteriosamente arrivato dalla Cina (e mai isolato) una prolifica professione, stanno cadendo come pere dagli alberi. Gli interessati adoratori del Dio vaccino, si accorgono o fingono...

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

Scavi nella laguna di Venezia: le posizioni contrapposte

Scavi nella laguna di Venezia: posizioni contrapposte fra Ambientalisti e Corila. Ma alla fine della diatriba l’ultima parola l’avrà il VAS (valutazione d’impatto ambientale) che sugli scavi in laguna ha già espresso e motivato il suo giudizio negativo che collima e...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

Reliquie Santa Lucia da Venezia alla Sicilia con assistenza della Polizia

Santa Lucia da Venezia alla Sicilia Domenica 14 dicembre, la Polizia di Stato accompagnerà “Santa Lucia” nel suo prossimo viaggio in Sicilia. Alle 7:30 del mattino le spoglie della Santa saranno portate, con imbarcazioni della Polizia di Stato, dalla basilica dei Santi Geremia...

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

“Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Lettere

In risposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai soli veneziani, specialmente quelli di adesso che non l’hanno davvero fondata. Tanto sbraitano contro il turismo /petrolio della città, ma in fondo cos’altro...

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...