spot_img
12.8 C
Venezia
venerdì 22 Ottobre 2021

Jesolo, anziano truffato e abbandonato per strada: guardia privata lo soccorre e li fa arrestare

HomeAnzianiJesolo, anziano truffato e abbandonato per strada: guardia privata lo soccorre e li fa arrestare

Jesolo, anziano truffato e abbandonato per strada: guardia privata lo soccorre e li fa arrestare

Non poteva tirar dritto e far finta di niente l’Assistente della Securvigilar che ieri sera, intorno alle 20.30, mentre si recava al lavoro percorrendo la SS 14 Triestina proveniente da Mestre, assisteva all’altezza di Portegrandi a una pericolosa manovra, effettuata dalla vettura che lo precedeva, per evitare un anziano che si sbracciava ai margini della carreggiata chiedendo aiuto.

L’ Assistente Securvigilar fermava la propria vettura e prestava soccorso all’anziano, L.L. di 84 anni, il quale raccontava di essere stato appena scaricato con la forza da un mezzo, poi rivelatosi un Iveco Daily di colore blu, sul cui cassone vi era materiale di sua proprietà, un gioco autogonfiabile del valore di € 25.000, e che procedeva poi la marcia in direzione Mestre.

Immediatamente venivano informati del fatto i Carabinieri, e fatto salire in macchina l’anziano, l’Assistente Securvigilar invertiva la marcia e si dirigeva verso Mestre per cercare di individuare il mezzo e darne notizia ai Carabinieri.

Iniziativa premiata poco dopo, quando all’altezza di Ca Noghera l’Iveco Daily di colore blu veniva intercettato. Il guidatore, notato la divisa che lo seguiva, invertiva la marcia e accelerava nel tentativo di far perdere le tracce.

A questo punto l’Assistente Securvigilar, per evitare pericolose manovre e corse che potessero essere di pericolo per gli altri utenti della strada, seguiva il cassonato Daily, che procedeva in direzione Jesolo, a debita distanza comunicando la posizione ai Carabinieri. Arrivati all’altezza di Jesolo, incrociata una volante del locale Commissariato di Polizia, l’Assistente Securvigilar informava l’equipaggio di quanto stava accadendo.

Gli Agenti di Polizia si mettevano subito all’inseguimento del mezzo che veniva raggiunto in via Olanda e successivamente bloccato nei pressi di Piazza Torino. Sul posto giungeva anche una seconda volante della Polizia e si procedeva ad identificare il guidatore dell’Iveco Daily. Successivamente venivano invitati tutti a portarsi al locale Commissariato per le procedure di rito e la globalizzazione delle testimonianze.

I fatti emersi raccontano di una vendita del gonfiabile da parte dell’anziano al conducente fermato, avvenuta nel tardo pomeriggio a Jesolo. Caricato il gonfiabile sul cassone dell’Iveco Daily, al momento del pagamento, l’anziano veniva invitato a salire sul mezzo per andare insieme da un commercialista dove sarebbe avvenuto il pagamento, che in realtà mai ci sarebbe stato. L’anziano però, visto che i due si erano ormai portati fuori Jesolo, ha cominciato ad agitarsi sempre più, fino a quando, all’altezza di Portegrandi, fermato il mezzo, è stato tirato giù con la forza e abbandonato ai margini della strada dove l’Assistente Securvigilar lo ha trovato e soccorso. Una truffa sventata grazie alla professionalità, senso civico e motivazione dell’Assistente Securvigilar e del pronto intervento degli Agenti del Commissariato di Jesolo.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements