mercoledì 19 Gennaio 2022
8.5 C
Venezia

Grandi Navi a Venezia: l’incontro a Roma si conclude con un nulla di fatto

HomeLido di VeneziaGrandi Navi a Venezia: l’incontro a Roma si conclude con un nulla di fatto

stop grandi navi a venezia

Si è tenuto ieri a Palazzo Chigi a Roma, il tavolo tecnico organizzato dal Comitatone con tema principale: le alternative alle Grandi Navi in laguna. Ennesimo incontro conclusosi con un nulla di fatto, tutta colpa dell’eterno disaccordo fra Comune e Porto.

Due ore di botta e risposta fra le due parti e alla fine il Comitatone non ha potuto far altro che ricevere la documentazione con i vari progetti. L’Autorità Portuale, con il suo presidente Paolo Costa, ha evidenziato ancora una volta la soluzione del canale Contorta-Sant’Angelo per arrivare alla Marittima, mentre il Comune, rappresentato da direttore generale, Marco Agostini, ha ribadito la possibilità di rendere navigabile il canale Vittorio Emanuele.

Oltre al presidente Costa, al tavolo tecnico hanno partecipato anche alcuni dipendenti della Marittima (piloti, bagaglisti e terminalisti), che hanno detto la loro. Agostini si è subito spazientito ed ha dichiarato alla dirigente della Presidenza, Elisa Grande, che presiedeva la seduta, di far parlare solamente le istituzioni, altrimenti il Comune avrebbe fatto partecipare anche gli ambientalisti.

Nonostante questo clima rovente, il sindaco Giorgio Orsoni si ritiene soddisfatto: ‘’Due risultati li abbiamo avuti: prima la convocazione del Comitatone, adesso le carte che i soggetti che fanno capo al ministero delle Infrastrutture hanno tenuto segrete (riguardo agli altri progetti rivisitati con modifiche, presentati da diversi soggetti ndr)’’.

Paolo Costa ha prontamente risposto: ‘’Le carte forse non le hanno mai lette, ma la Capitaneria le ha mandate a tutti a luglio, mi sono anche stufato di ripetere sempre le stesse cose: le navi passeggeri non possono passare per il canale Malamocco-Marghera, ci sono problemi di traffico e di sicurezza, di tempi di percorrenza’’.

La partita rimane quindi ancora aperta, in attesa che il governo e il Comitatone, decida in quale direzione muoversi, per risolvere finalmente questa emergenza. Prossimo tavolo tecnico fra una decina di giorni.

Redazione

[14/05/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Mestrino condannato per violenze sessuali alla bimba di 6 anni

Venezia. Un abominevole abuso ai danni di una bambina di sei anni. Le parole, la sentenza e le pene adeguate all’orrore di questo abominevole abuso, le assegnerà la Giustizia a colui che si stenta a chiamare uomo, colui che ha commesso reati...

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”