8.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

Elezioni comunali: centrosinistra vittorioso in provincia di Treviso, Verona e Vicenza

HomeNotizie VenetoElezioni comunali: centrosinistra vittorioso in provincia di Treviso, Verona e Vicenza
la notizia dopo la pubblicità

Elezioni previsioni exit poll

A Mogliano Veneto (Tv), il Pd con la candidata Carola Arena vince con il 54,81% delle preferenze, contro il 45,19% del leghista Giovanni Azzolini, ma anche nel resto della Provincia a trionfare è il centrosinistra. Anche in Provincia di Verona e Vicenza, la vittoria è in mano al Pd.

Nel trevigiano, a Vittorio Veneto è Roberto Tonon (centrosinistra) a vincere con il 51.61%, battendo il sindaco uscente Gianantonio Da Re (centrodestra) con il 48.39%. A Preganziol, vittoria di Paolo Galeano (centrosinistra) che vince con il 54.36%, battendo il sindaco uscente Sergio Marton (centrodestra) fermatosi al 45.64%. A Revine Lago vince Michela Coan (lista civica Cittadini di Revine – Insieme per un bel Comune) con 642 voti, contro i 598 dello sfidante Candido Moz. Mentre, unica eccezione a Paese, dove si riconferma il sindaco Francesco Pierobon (centrodestra), con il 50,88% di voti, battendo lo sfidante Valerio Mardegan (centrosinistra) con il 49,12%.

Quattro invece i Comuni al ballottaggio nel veronese e in tutti ha vinto il Partito Democratico: a San Bonifacio trionfa Giampaolo Provoli, a Legnago Clara Scapin, Roberto Grison a Negrar e Luigi Cadura a Pescantina.

A San Bonificio ma si era avuto un primo cittadino di centrosinistra e Provoli è riuscito a battere Silvano Polo (Liga Veneta Repubblica), già due volte sindaco e fino al 2009. La Scapin è anch’essa riuscita a sconfiggere lo sfidante Roberto Rettondini della Lega Nord, mentre a Negrar la vittoria è stata netta, con il 61,84% di voti per Grison, contro il 38,16% di Stefano Ceradini (Forza Italia). A governare a Pescantina, comune che nell’ultimo anno è stato commissariato, Luigi Cadura, che ha sconfitto con il 54,6% lo sfidante Alessandro Reggiani di centrodestra.

Nel vicentino, il nuovo sindaco di Bassano del Grappa è Riccardo Poletto, sostenuto dal Pd e dalle liste civiche Bassano per tutti e Più Bassano, che ha totalizzato il 58,37% dei voti, superando la sfidante del centrodestra Federica Finco sostenuta da Innamorati di Bassano, Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia e Udc, fermatasi al 41,63%.

Redazione

[09/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...

Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

Lui una guardia giurata, Marco D. L'altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici. Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.