Coronavirus Venezia, altre 7 morti, 3 All’Angelo. Deceduta signora di Rialto

ultimo aggiornamento: 23/04/2020 ore 13:32

5831

Coronavirus Venezia, altre 7 morti, 3 All'Angelo. Deceduta signora di Rialto

Venezia e provincia, a voler essere realisti, non mostrerebbe una situazione tale da giustificare gli entusiasmi dell’ultimo periodo. Sono 88 i casi in più nell’ultimo giorno rispetto ai 14 raccolti dalle 24 ore precedenti.
Nel veneziano abbiamo così un totale di 2.279 contagi dallo scoppio della malattia.
Oggi, invece, gli attualmente positivi sono 1.035 con un aumento di 23 dal giorno precedente.
I casi curati a casa oggi sono 825, con un incremento di 36 unità.

Mentre la Procura di Venezia prosegue gli accertamenti dell’indagine conoscitiva attraverso i carabinieri del Nas di Treviso per capire se ci siano stati errori nella gestione dell’emergenza nelle case di riposo, viene ricordato che il primo ospite positivo arrivato in una struttura di Mira sarebbe stato inviato a metà marzo senza che gli fosse effettuato alcun tampone.


A Venezia preoccupa la situazione di una residenza di Marghera, ove si sono registrati già 9 decessi, che avrebbe una percentuale di positività del 66% sui 115 ospiti totali.

Il virus si è affacciato anche al Policlinico San marco di Mestre. Secondo la prima ricostruzione, un paziente sarebbe stato trasferito dal pronto soccorso dell’Angelo senza avvertenze, dato che la positività è stata scoperta solo successivamente. Tuttavia il caso avrebbe permesso l’espandersi del contagio ad alcuni infermieri del Policlinico.

MORTI NEL VENEZIANO
Ancora incredibilmente alto anche oggi il tasso dei decessi a Venezia e provincia. Altri 7 i morti che portano a 192 le persone decedute con il virus nel veneziano. Da segnalare il decesso di una signora 88enne di Rialto appartenente a famiglia nota e stimata che comprende diversi medici, ospedalieri e non, nel suo nucleo familiare.


Wilma Bruscanin, 88 anni, di Venezia, Rialto, sestiere di San Polo, è deceduta all’ospedale dell’Angelo di Mestre.

Gilberto Parisotto, 94 anni, di Marghera, è deceduto all’ospedale dell’Angelo di Mestre.

Fernanda Coi, 99 anni, di Mestre, è deceduta all’ospedale dell’Angelo di Mestre.

Maria Della Regina, 89 anni, di Camponogara, è deceduta all’ospedale di Dolo.

Luigi Candian, 74 anni, di Strà, è deceduto all’ospedale di Dolo.

Giovannina Schiavo, 94 anni, di Mirano, è deceduta all’ospedale di Dolo.

Un’altra signora anziana, di Cazzago, è deceduta in una casa di riposo di Fiesso D’Artico.

RICOVERI NEL VENEZIANO

Ospedale dell’Angelo di Mestre
Ricoverati in reparti non intensivi: 20
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: -3
Ricoverati in reparti di malattia intensiva: 5
Ricoverati in reparti di malattia intensiva in più o in meno rispetto al giorno precedente: -3
Ricoverati negativizzati: 21
Ricoverati negativizzati in più o in meno rispetto al giorno precedente (*): -3
Deceduti: 36
Deceduti in più o in meno rispetto al giorno precedente: +3
Dimessi: 66
Dimessi in più o in meno rispetto al giorno precedente: +3

Ospedale Civile di Venezia
Ricoverati in reparti non intensivi: 10
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Ricoverati in reparti di malattia intensiva: 4
Ricoverati in reparti di malattia intensiva in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Ricoverati negativizzati: 9
Ricoverati negativizzati in più o in meno rispetto al giorno precedente (*): +1
Deceduti: 11
Deceduti in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Dimessi: 21
Dimessi in più o in meno rispetto al giorno precedente: +1

Ospedale di Mirano
Ricoverati in reparti non intensivi: 1
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Ricoverati in reparti di malattia intensiva: 0
Ricoverati in reparti di malattia intensiva in più o in meno rispetto al giorno precedente: -2
Ricoverati negativizzati: 1
Ricoverati negativizzati in più o in meno rispetto al giorno precedente (*): 0
Deceduti: 8
Deceduti in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Dimessi: 9
Dimessi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0

Ospedale di Dolo
Ricoverati in reparti non intensivi: 68
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: -3
Ricoverati in reparti di malattia intensiva: 5
Ricoverati in reparti di malattia intensiva in più o in meno rispetto al giorno precedente: -1
Ricoverati negativizzati: 23
Ricoverati negativizzati in più o in meno rispetto al giorno precedente (*): -1
Deceduti: 58
Deceduti in più o in meno rispetto al giorno precedente: +3
Dimessi: 80
Dimessi in più o in meno rispetto al giorno precedente: +5

Ospedale di Chioggia
Ricoverati in reparti non intensivi: 0
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: -1
Ricoverati negativizzati: 0
Ricoverati negativizzati in più o in meno rispetto al giorno precedente (*): 0
Deceduti: 5
Deceduti in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0

Ospedale Villa Salus Mestre
Ricoverati in reparti non intensivi: 46
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Ricoverati negativizzati: 13
Ricoverati negativizzati in più o in meno rispetto al giorno precedente (*): +3
Deceduti: 5
Deceduti in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0
Dimessi: 66
Dimessi in più o in meno rispetto al giorno precedente: 0

Ospedale di Jesolo
Ricoverati in reparti non intensivi: 31
Ricoverati in reparti non intensivi in più o in meno rispetto al giorno precedente: +2
Ricoverati in reparti di malattia intensiva: 4
Ricoverati in reparti di malattia intensiva in più o in meno rispetto al giorno precedente: -1
Ricoverati negativizzati: 12
Ricoverati negativizzati in più o in meno rispetto al giorno precedente (*): -1
Deceduti: 23
Deceduti in più rispetto al giorno precedente: 0
Dimessi: 64
Dimessi in più o in meno rispetto al giorno precedente: +2

(*) Secondo la definizione dell’epidemiologo Pierluigi Lopalco, docente di Igiene all’università di Pisa, è ipotizzato che il Sars-Cov2 si comporti come gli altri virus e dunque un soggetto che sia stato infettato rimanga, una volta guarito, in qualche modo protetto sviluppando una forma di immunità. Sui tempi di durata dell’immunizzazione, al momento, non vi è certezza scientifica. Il virologo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi di Milano, ha spiegato che alcune patologie infettive danno immunità a vita, altre, come la Sars, hanno una copertura di circa un anno.
(**) Dal 17 aprile la Regione del Veneto comunica un solo aggiornamento quotidiano anziché due come in precedenza. Ciò potrebbe causare modeste discrepanze a causa del confronto con altre notizie più aggiornate.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here