Bomba a Marcon, si tratta di un ordigno artigianale

ultimo aggiornamento: 22/10/2019 ore 21:07

2070

Trolley sospetto a Mestre: falso allarme bomba

La bomba esplosa a Marcon ieri verso alle 17 è di fattura artigianale.

Le indagini proseguono a 360° per l’ordigno esploso nel pacifico paese del Veneziano.


L’ordigno esplosivo, probabilmente una bomboletta con innesco, è stato fatto esplodere da ignoti nel pomeriggio di lunedì a Marcon, cittadina della cintura urbana di Venezia.

Il sindaco Matteo Romanello ha confermato l’esplosione sul proprio profilo Facebook.

La bomba è stata fatta esplodere su una cancellata di un condominio residenziale nel centro del paese.


Il boato è stato percepito dai residenti della zona con i pezzi e le schegge che si sono propagati per un area di 15/20 metri.

“Carabinieri e forze dell’ordine – conferma Romanello – stanno ricostruendo l’ accaduto e recependo le registrazioni delle attività commerciali limitrofe per scovare questo scellerato, che senza alcun dubbio pagherà per questo atto sconsiderato”.

«E’ stato un boato tremendo» riferiscono tutti. Ieri sera, a Marcon, non si parlava d’altro. Commercianti e residenti di viale San Marco, tutti hanno sentito l’esplosione e istintivamente hanno pensato al peggio.

Fortunatamente non ci sono stati feriti.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here