9.1 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Antrace, colera e peste, le nuove armi che spaventano in caso di guerra

HomeMondoAntrace, colera e peste, le nuove armi che spaventano in caso di guerra
la notizia dopo la pubblicità

igili del fuoco nucleo biologico chimico

La paura di un conflitto e di un disastro su scala mondiale si innesca ancora dalla Corea del Nord che questa volta spaventa non solo per il suo programma nucleare e missilistico, ma anche per la possibilità di una nuova arma.

Gli esperti di intelligence americani sospettano anche che Pyongyang abbia sperimentato la produzione di ordigni con i batteri di antrace, colera e peste, e possa arrivare velocemente ad una produzione industriale di agenti patogeni.

La rivelazione è del Washington Post, che ricorda come già nel 2006 – cinque mesi prima del primo test nucleare di Pyongyang – l’intelligence Usa inviò un rapporto al Congresso secondo cui erano in corso lavori segreti su un’arma biologica.

Il regime, che aveva da tempo ottenuto gli agenti patogeni del vaiolo e dell’antrace, aveva riunito gruppi di scienziati per avviare un programma specifico, ma sembrava non avere alcune
delle capacità tecniche.

Oltre dieci anni dopo, questi ostacoli sembrerebbero essere caduti. “Le capacità – scientifiche e tecnologiche – ora esistono”, ha detto un funzionario Usa. Gli esperti hanno avvertito che Kim Jong-un potrebbe essere pronto all’uso di agenti biologici sui paesi vicini o sulle truppe Usa in un futuro (eventuale) conflitto.

Sino ad ora gli 007 americani non hanno ancora avuto prove concrete che Kim abbia ordinato la produzione di tali armi. “Che i nordcoreani abbiano agenti biologici è noto”, ha spiegato una fonte. “Ma rimane la domanda: perché hanno acquisito materiale e sviluppato le tecnologie ma ancora non hanno prodotto le armi?”, ha precisato. Però ha avvertito che le agenzie di intelligence potrebbero non aver rilevato cambiamenti nel programma perché le nuove strutture produttive sono ben camuffate all’interno di impianti dell’industria civile apparentemente impegnati nella produzione di prodotti agricoli e farmaceutici.

Se la produzione industriale di agenti patogeni “dovesse iniziare domani, potremmo non saperlo – ha detto ancora la fonte – a meno che non siamo così fortunati da avere un informatore al posto giusto”.

Il nuovo allarme arriva nel giorno in cui Corea del Sud, Usa e Giappone hanno dato il via alla due giorni di manovre congiunte finalizzate alla rilevazione di missili nemici e mentre l’ambasciatrice americana all’Onu Nikki Haley e’ tornata a denunciare le brutalità del regime di Pyongyang: “Le sistematiche violazioni dei diritti umani in Nord Corea sono la causa della sofferenza del popolo, ma anche un mezzo con un unico fine: mantenere il regime di Kim Jong Un al potere”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare. La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare...

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

Chiede di indossare la mascherina: turista picchia marinaio Actv

Il marinaio Actv chiede di indossare la mascherina: preso a pugni. Arriva il capitano: picchiato anche lui. Cattivo segno dei tempi di un turismo asfissiante e stressante a Venezia che sono tali anche per loro, per i turisti. La città, la pandemia,...

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

Festa riuscita? Ve la racconto io la festa: un Rave in via Garibaldi. Lettere

Gentile direttore, vorrei sapere perché tutti contribuiscono a portare avanti questa farsa degli eventi in sicurezza quando invece è solo un'attività di facciata. Situazione di questa notte: un esercito di agenti a controllare che i residenti si posizionassero diligentemente entro gli spazi...

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.