Antrace alla direzione territoriale del lavoro di Treviso

304

igili del fuoco nucleo biologico chimico

Momenti di paura giorni fa alla Direzione territoriale del Lavoro di Treviso, situata in via Fonderia. Un dipendente ha lanciato un allarme antrace, dopo aver trovato della polvere sospetta all’interno di una busta, assieme ad un messaggio di insulti e minacce stampato a computer (‘’Sciacalli, sciacalli, sciacalli’’).

Il dipendente ha immediatamente chiamato i Carabinieri, poco dopo sul posto sono arrivati i militari i soccorritori del Suem e il nucleo Nbcr (Nucleare, Biologico, Chimico, Radiologico) dei Vigili del Fuoco, che con le loro tute colorate, hanno proceduto alla bonifica degli ambienti.

I pompieri specialisti, hanno inoltre prelevato l’involucro, lo hanno sigillato e mandato ad analizzare all’ Istituto Zooprofilattico delle Tre Venezie di Legnaro (Pd). Il lavoro è durato all’incirca tre ore, il tempo di bonificare l’ambiente, i due uffici in cui la busta è stata passata.

Sono intanto quattro le persone che hanno toccato la busta, ma la situazione non sembra essere particolarmente grave, perché a queste persone, non è stata prescritta alcuna precauzione se non, come prevede la profilassi, l’immediato lavaggio delle mani e dei vestiti.

Pochi anche gli indizi con cui i Carabinieri dovranno cercare di capire chi abbia potuto mandare tale lettera minatoria, sul retro della busta infatti, non è presente il nome di nessun mittente, l’ unico contrassegno all’esterno del plico infatti era il timbro dell’ufficio di smistamento del centro meccanografico di Padova, dove passa tutta la corrispondenza.

Redazione

[09/05/2014]

Riproduzione riservata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here