Calcio Venezia, Brugnaro: “Ripartiamo”. Tempo fino a sabato

ultimo aggiornamento: 16/07/2015 ore 08:45

73

fallimento calcio venezia brugnaro ripartiamo

Venezia è rimasta senza calcio. Il sindaco Brugnaro scende così in campo per cercare soggetti volontari in grado di ‘fare squadra’, in modo da ripartire sì dai dilettanti, ma con una struttura seria che permetta al glorioso passato del Calcio Venezia di risalire le serie fino ad un nuovo approdo al calcio professionistico.

La ricostruzione è possibile, secondo Brugnaro, ed è oggettivamente più semplice rispetto al salvataggio della Lega Pro, nonostante ciò gli eventuali interessati devono farsi avanti con il sindaco entro questa settimana.


Queste le parole del sindaco Brugnaro:
“Preso atto che non ha avuto seguito l’operazione di salvataggio della categoria Lega Pro, sto seguendo l’evolversi della situazione da vicino e con particolare attenzione. L’obiettivo primario è che il calcio a Venezia possa riprendere – dalla serie D – con un progetto nuovo, credibile e in grado di garantire un futuro certo alla società, a tutela di tutti coloro che a diverso titolo credono, con amore e passione, in questa importante realtà”.

“Sono a completa disposizione per ricevere, dialogare e approfondire ogni questione con tutti i soggetti che siano interessati a rilevare la società per consentirle di ripartire dentro questa logica. Dato il poco tempo a disposizione, invito pubblicamente i singoli e le eventuali cordate che fossero intenzionati a impegnarsi, a contattarmi direttamente presso la mia segreteria a Ca’ Farsetti, allo scopo di prendere una decisione definitiva entro la fine di questa settimana”.

Monica Manin


16/07/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here