COMMENTA QUESTO FATTO
 

A Venezia la situazione degli arrivi in massa impatta istantaneamente sugli approdi Actv che faticano a smaltire i flussi. Da oggi la situazione, inoltre, va considerata peggiorata per l’inizio del Salone Nautico che sta portando in città un ulteriore carico supplementare di persone.

A Piazzale Roma la prima linea a congestionarsi e ad andare in crisi è, ovviamente, quella della direttrice verso San Marco.

È accaduto, per questo, stamattina, un incidente per la ressa poco prima delle 10. Il pontile del “diretto” a Piazzale Roma era gravato da centinaia e centinaia di persone in attesa. Gli equipaggi Actv non potevano fare altro che fermare gli imbarchi con la catenella quando il mezzo arrivava alla capienza massima ma ciò lasciava a terra una lunga coda di persone in attesa. La coda, inoltre, aumentava con i nuovi arrivi con una proporzione maggiore di quella delle persone che defluiva.

Ad un certo punto, una parola di troppo, il caldo, la stanchezza, ha provocato una reazione inattesa: un uomo ha capito che sarebbe rimasto ‘a terra’ ed ha cercato di salire a bordo del mezzo anche se l’imbarco era già chiuso facendosi largo. Sono volate parole, spinte e insulti e immediatamente gli interessati sarebbero passati alle mani. Nella rissa un uomo è caduto in acqua.

Il protagonista del bagno inatteso è stato subito recuperato e messo in salvo.

L’incidente – secondo quanto ha appreso l’Ansa da fonti dell’Actv, l’Azienda di trasporto pubblico veneziano – si è verificato nel pontile di Piazzale Roma – Sant’Andrea.

Infinitamente alto il numero delle persone che stamane cercavano di salire sui mezzi acquei e molte quelle che invece venivano lasciate a terra una volta esaurita la capacità di contenimento dei motoscafi.

La versione ufficiale parla di un uomo che ha tentato di salire a bordo con il mezzo in movimento e, scivolato, è finito in acqua. Persone presenti riferiscono invece di qualche secondo di violento litigio in quel frangente in cui sarebbero volati anche dei pugni.

Il problema dei mezzi sovraccarichi di turisti a Venezia è noto da tempo in città, d’altra parte Actv ogni giorno compie il massimo sforzo mettendo in acqua più mezzi possibile con corse di rinforzo. Ma ciò, evidentemente, non basta.

(foto di archivio)

Riproduzione Riservata.

 

Una persona ha commentato

  1. É giá full di turisti a Venezia, Murano ,Burano ,succederá ancora e speriamo che non scappi il morto ,perché non l’ hanno fatta a San Giuliano ,la mostra della nautica ,Venezia non ha bisogno di pubblicità.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here