3.1 C
Venezia
sabato 04 Dicembre 2021

Venezia, pontile sovraffollato, nervosismo e tensione. Finisce in rissa: uomo in acqua

HomeTrasportiVenezia, pontile sovraffollato, nervosismo e tensione. Finisce in rissa: uomo in acqua
la notizia dopo la pubblicità

A Venezia la situazione degli arrivi in massa impatta istantaneamente sugli approdi Actv che faticano a smaltire i flussi. Da oggi la situazione, inoltre, va considerata peggiorata per l’inizio del Salone Nautico che sta portando in città un ulteriore carico supplementare di persone.

A Piazzale Roma la prima linea a congestionarsi e ad andare in crisi è, ovviamente, quella della direttrice verso San Marco.

È accaduto, per questo, stamattina, un incidente per la ressa poco prima delle 10. Il pontile del “diretto” a Piazzale Roma era gravato da centinaia e centinaia di persone in attesa. Gli equipaggi Actv non potevano fare altro che fermare gli imbarchi con la catenella quando il mezzo arrivava alla capienza massima ma ciò lasciava a terra una lunga coda di persone in attesa. La coda, inoltre, aumentava con i nuovi arrivi con una proporzione maggiore di quella delle persone che defluiva.

Ad un certo punto, una parola di troppo, il caldo, la stanchezza, ha provocato una reazione inattesa: un uomo ha capito che sarebbe rimasto ‘a terra’ ed ha cercato di salire a bordo del mezzo anche se l’imbarco era già chiuso facendosi largo. Sono volate parole, spinte e insulti e immediatamente gli interessati sarebbero passati alle mani. Nella rissa un uomo è caduto in acqua.

Il protagonista del bagno inatteso è stato subito recuperato e messo in salvo.

L’incidente – secondo quanto ha appreso l’Ansa da fonti dell’Actv, l’Azienda di trasporto pubblico veneziano – si è verificato nel pontile di Piazzale Roma – Sant’Andrea.

Infinitamente alto il numero delle persone che stamane cercavano di salire sui mezzi acquei e molte quelle che invece venivano lasciate a terra una volta esaurita la capacità di contenimento dei motoscafi.

La versione ufficiale parla di un uomo che ha tentato di salire a bordo con il mezzo in movimento e, scivolato, è finito in acqua. Persone presenti riferiscono invece di qualche secondo di violento litigio in quel frangente in cui sarebbero volati anche dei pugni.

Il problema dei mezzi sovraccarichi di turisti a Venezia è noto da tempo in città, d’altra parte Actv ogni giorno compie il massimo sforzo mettendo in acqua più mezzi possibile con corse di rinforzo. Ma ciò, evidentemente, non basta.

(foto di archivio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. É giá full di turisti a Venezia, Murano ,Burano ,succederá ancora e speriamo che non scappi il morto ,perché non l’ hanno fatta a San Giuliano ,la mostra della nautica ,Venezia non ha bisogno di pubblicità.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Plateatici liberi a Venezia, ma mia madre non riesce più a passare. Lettere

Gran parte della città comprende e approva la delibera comunale che recita ”I pubblici esercizi possono occupare suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, con il massimo della semplificazione amministrativa possibile, fino al 31 Luglio”. Ma la...

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

“Si parla tanto di spopolamento di Venezia, ma la città perde meno abitanti di prima”. Lettere

In riposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei 'venezianassi' ". Vedo, purtroppo, che ancora una volta si punta il dito contro questo mostro delle locazioni turistiche senza mai vedere tutto l’insieme. Chiedo al prof. Mozzatto che faccia meglio i compiti prima...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.